Coronavirus Sicilia, stop visita parenti e seconde case: ecco i dettagli

Coronavirus Sicilia, stop visita parenti e seconde case: ecco i dettagli. Deroghe e eccezioni nell’ ordinanza del Presidente Musumeci.

Coronavirus Sicilia. Dalla giornata di ieri la Sicilia è entrata ufficialmente in zona rossa. Il Presidente Musumeci in deroga ai poteri che la legge affida ai Governatori delle Regioni, ha attuato ulteriori restrizioni al DPCM nazionale e alle normative che stabiliscono i divieti in zona rossa.

Infatti punti essenziali dell’ordinanza regionale, che restringono le misure in atto a livello nazionale, sono soprattutto la visita ai parenti e lo spostamento verso la seconda casa. Importanti chiarimenti arrivano da Palazzo d’Orléans.

Vediamo insieme:

  1. Stop a visita ai parenti: divieto assoluto di far visita ai parenti, ad eccezione di alcuni limitati casi di necessità o salute o per visitare i genitori anziani o soli.
  2. Divieto di recarsi nelle seconde case: In Sicilia, in deroga al Dpcm, il Presidente Musumeci ha posto il divieto di recarsi nelle seconde case, eccezion fatta solo se c’è un emergenza e non per trascorrere una giornata fuori porta.

Il transito in entrata e uscita dal proprio comune è consentito anche per garantire le attività necessarie per la cura e l’allevamento degli animali,           nonché, per le attività imprenditoriali non differibili in quanto connesse al ciclo biologico di piante.

Ecco i chiarimenti alle domande più comuni che moltissimi siciliani si stanno ponendo in queste ore. La speranza ovviamente e che fra 15 giorni potremmo ritornare in una zona meno restrittiva e poter riattivare in parte la nostra vita.

METTI MI PIACE alla pagina Facebook di Prometeo News

Notizia in aggiornamento

SEGUICI

SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews.it

RIMANI AGGIORNATO

Foto articolo: immagine di SCRIVO LIBERO

 

Cosa ne pensi?

Coronavirus Sicilia, stop visita parenti e seconde case: ecco i dettagli

Coronavirus Sicilia, stop visita parenti e seconde case: ecco i dettagli. Deroghe e eccezioni nell’ ordinanza del Presidente Musumeci.

Coronavirus Sicilia. Dalla giornata di ieri la Sicilia è entrata ufficialmente in zona rossa. Il Presidente Musumeci in deroga ai poteri che la legge affida ai Governatori delle Regioni, ha attuato ulteriori restrizioni al DPCM nazionale e alle normative che stabiliscono i divieti in zona rossa.

Infatti punti essenziali dell’ordinanza regionale, che restringono le misure in atto a livello nazionale, sono soprattutto la visita ai parenti e lo spostamento verso la seconda casa. Importanti chiarimenti arrivano da Palazzo d’Orléans.

Vediamo insieme:

  1. Stop a visita ai parenti: divieto assoluto di far visita ai parenti, ad eccezione di alcuni limitati casi di necessità o salute o per visitare i genitori anziani o soli.
  2. Divieto di recarsi nelle seconde case: In Sicilia, in deroga al Dpcm, il Presidente Musumeci ha posto il divieto di recarsi nelle seconde case, eccezion fatta solo se c’è un emergenza e non per trascorrere una giornata fuori porta.

Il transito in entrata e uscita dal proprio comune è consentito anche per garantire le attività necessarie per la cura e l’allevamento degli animali,           nonché, per le attività imprenditoriali non differibili in quanto connesse al ciclo biologico di piante.

Ecco i chiarimenti alle domande più comuni che moltissimi siciliani si stanno ponendo in queste ore. La speranza ovviamente e che fra 15 giorni potremmo ritornare in una zona meno restrittiva e poter riattivare in parte la nostra vita.

METTI MI PIACE alla pagina Facebook di Prometeo News

Notizia in aggiornamento

SEGUICI

SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews.it

RIMANI AGGIORNATO

Foto articolo: immagine di SCRIVO LIBERO

 

Cosa ne pensi?