Sicilia, zona rossa fino al 31 gennaio: non posso andare da parenti e amici?

In seguito all’ ordinanza emessa dal Presidente della regione, Nello Musumeci , in Sicilia a partire da ieri 17 gennaio 2021sino al 31 gennaio 2021, seguiranno due settimane di zona rossa.

Si tratta di una decisione importante e difficile, ma sicuramente dovuta, in quanto la curva dei contagi è nettamente aumentata comportando un ‘innalzamento del rischio in termini di diffusione del virus.

Non sono ammesse una serie di attività tra le quali :

VISITE AI PARENTI O AGLI AMICI.

  • Niente visite a parenti e conoscenti, neanche una volta al giorno, neanche con due sole persone in macchina, neanche fermandosi a dormire. L’ unica eccezione si ha nei casi in cui persone unite da legame parentale di 1 grado, appartenenti allo stesso  nucleo familiare, ( genitori, sorelle, fratelli) ne abbiano una effettiva necessità.

ATTIVITA’ SOSPESE

  • Sospese tutte le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per alimentari (al dettaglio e supermarket), farmacie, tabacchi ma anche lavanderie, ferramenta, parrucchieri, barbieri, edicole, cartolerie, librerie, vivai e fiorai. No agli estetisti.
  • Sospesa ogni attività di ristorazione: consentito solo l’asporto fino alle 18 (con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze) e la consegna a domicilio fino alle 22, quando scatterà il coprifuoco fino alle 5.

MOBILITA’- SPOSTAMENTI TRA COMUNI VIETATI

Divieto di entrata e di uscita dal territorio regionale, divieto di accesso e allontanamento dal proprio comune, salvo che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Divieto di circolare, a piedi o con qualsiasi mezzo pubblico e privato, all’interno del territorio comunale, ad eccezione di comprovate esigenze di lavoro, per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità, per ragioni di natura sanitaria. Diversamente da quanto previsto dal Dpcm, sono vietati anche gli spostamenti, una volta al giorno, verso una sola abitazione privata nei limiti di due persone per fare visita ad amici e parenti. Vengono mantenuti i controlli per i passeggeri in arrivo nell’Isola (registrazione obbligatoria sul sito dedicato e tampone rapido).

ISTRUZIONE

Lezioni in presenza per asili nido, scuola dell’infanzia, primaria e primo anno della scuola secondaria di primo grado, come prevede il Decreto ministeriale, salvo emergenze locali.

Le altre classi, cioè a partire dalla scuola media in poi (comprese superiori e università)  proseguiranno la loro attività  con la didattica a distanza.

Il presidente della regione , Nello Musumeci, si riserva la possibilità di disporre ulteriori chiusure, sia di tutte le scuole sin ora aperte che di ulteriori attività commerciali nell’ eventualità in cui la curva dei contagi non si presti a diminuire.

negozio intimo in
expert banner 7 marzo