Sicilia, finalmente scatta la tanto attesa ZONA GIALLA

Nell’Isola l’indice di trasmissione del contagio è sotto la media nazionale, secondo il report settimanale dell’Istituto superiore di Sanità. Partendo dalla zona rossa non è tuttavia consentito il doppio salto di zona e l’ordinanza ministeriale prevede che si debba restare per almeno due settimana della stessa fascia di rischio, ovvero quella arancione, nel nostro caso.

La zona gialla per la Sicilia dovrebbe scattare dal 14 febbraio, salvo il caso in cui dovessimo assistere ad un’impennata di contagi per cui si renderà necessario mantenere la zona arancione.

Stando così le cose, se effettivamente dovessimo assistere a detto fenomeno, vi sarebbe diverse conseguenze, quali l’ apertura di bar e ristoranti. Vediamo, verosimilmente quali dovrebbero essere le regole valide in zona gialla.

Coprifuoco

Anche nelle regioni gialle bisogna rispettare il coprifuoco dalle 22.00 alle 05.00, pena l’ irrogazione di una multa dai 400 ai 1000 euro.  A tale regola si può derogare per comprovati motivi di salute, necessità e di lavoro.

Spostamenti

Le regole della zona gialla prevedono spostamenti liberi sul territorio della regione o della provincia autonoma;

Bar e ristoranti

In zona gialla riaprono al pubblico bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie dove è consentito il sevizio al tavolo fino alle 18.00. Dalle 18.00 alle 22.00 è possibile soltanto l’asporto e la consegna a domicilio senza limitazioni orarie. Al tavolo è necessario rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro, regola che non vale tra conviventi.

Visite ad amici e parenti non conviventi

Si può in zona gialla andare a casa di amici, congiunti e parenti non conviventi all’interno del territorio regionale con alcuni limiti (validi in tutte e tre le zone di rischio): una sola visita al giorno; due persone al massimo, esclusi minori 13 anni e persone non autosufficienti.

Parrucchiere, barbiere ed estetista

Aperti i saloni di parrucchieri, barbieri e i centri estetici. Ogni cittadino è libero di recarsi dove desidera, anche se questo implica uno spostamento fuori dal Comune.

Scuola

In zona gialla tornano in classe gli studenti delle scuole superiori ma nel limite del 50%. Le regioni si impegnano ad implementare le corse degli autobus per evitare gli assembramenti al loro interno.

Attività sportiva e motoria

Ci si potrà spostare liberamente sul territorio comunale e regionale per praticare sport o semplice attività motoria (come le passeggiate a passo svelto) senza autocertificazione. Attendiamo con pazienza nuove disposizioni ufficiali, in quanto le predette regole potrebbero come no attuarsi.

negozio intimo in
expert banner 7 marzo