Coronavirus, a Catania troppa gente per Via Etnea: allarme dei medici

Coronavirus, a Catania troppa gente per Via Etnea: allarme dei medici. “In questo modo la terza ondata è vicina”.

Coronavirus. La Via Etnea, centro storico di Catania (Sicilia), durante il ponte dell’Immacolata è stata ripresa affollata da troppa gente. E’ quanto riportato dai colleghi de La Sicilia, la via dei negozi più frequentata della città etnea è stata presa d’assalto da tantissime persone.

I medici e gli esperti lanciano l’allarme all’indomani di queste immagini: “In questo modo la terza ondata è vicino”. Il primo a dire la sua il professore Bruno Cacopardo perché, dopo il cambio colore dell’Isola in zona gialla, aveva previsto l’afflusso di gente per strada durante il ponte dell’Immacolata. E un altro esperto a lanciare l’allarme è il primario di Malattie infettive del Cannizzaro, Carmelo Iacobello, che davanti alle immagini di Catania ha detto che “dobbiamo attenderci tra una quindicina di giorni un aumento dei casi”.

Infine, definisce alcuni cittadini «pazzi, pazzi e pazzi», il primario dell’Utir del Cannizzaro e titolare di un reparto Covid, Sandro Distefano.

SEGUICI SU -> Facebook: PrometeoNews

CI TROVI ANCHE SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews

Foto articolo: Immagine de La Sicilia

Cosa ne pensi?

Coronavirus, a Catania troppa gente per Via Etnea: allarme dei medici

Coronavirus, a Catania troppa gente per Via Etnea: allarme dei medici. “In questo modo la terza ondata è vicina”.

Coronavirus. La Via Etnea, centro storico di Catania (Sicilia), durante il ponte dell’Immacolata è stata ripresa affollata da troppa gente. E’ quanto riportato dai colleghi de La Sicilia, la via dei negozi più frequentata della città etnea è stata presa d’assalto da tantissime persone.

I medici e gli esperti lanciano l’allarme all’indomani di queste immagini: “In questo modo la terza ondata è vicino”. Il primo a dire la sua il professore Bruno Cacopardo perché, dopo il cambio colore dell’Isola in zona gialla, aveva previsto l’afflusso di gente per strada durante il ponte dell’Immacolata. E un altro esperto a lanciare l’allarme è il primario di Malattie infettive del Cannizzaro, Carmelo Iacobello, che davanti alle immagini di Catania ha detto che “dobbiamo attenderci tra una quindicina di giorni un aumento dei casi”.

Infine, definisce alcuni cittadini «pazzi, pazzi e pazzi», il primario dell’Utir del Cannizzaro e titolare di un reparto Covid, Sandro Distefano.

SEGUICI SU -> Facebook: PrometeoNews

CI TROVI ANCHE SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews

Foto articolo: Immagine de La Sicilia

Cosa ne pensi?