Supplenze 2020, al via controllo 24 CFU: ecco cosa presentare in ufficio

Supplenze 2020, al via controllo 24 CFU: ecco cosa presentare negli uffici delle segreterie scolastiche. Richiesta massima attenzione.

Supplenze 2020. Importante requisito per le nuove supplenze docenti è la certificazione dei 24 CFU. A riguardo è scattato il controllo di tale requisito. Ad esempio, l’ufficio Scolastico di Sondrio indica ai Dirigenti Scolastici le modalità per poter accertare il possesso dei 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche.

LEGGI ANCHE: Supplenze 2020, “Organico Covid”: tutte le info su NASPI e diritto a maternità

Laurea + 24 CFU è uno dei requisiti che consente l’inserimento in II fascia delle GPS per la scuola di I e II grado. “La certificazione del possesso di CFU, se non in possesso va richiesta all’Università presso cui ha conseguito i 24 CFU”. I docenti abilitati o i docenti che sono inseriti nelle GPS mediante precedente inserimento in terza fascia non hanno bisogno di presentare i 24 CFU.

Prima della stipula del contratto, tutti gli uffici scolastici “richiedono la massima attenzione all’effettivo possesso dei 24 CFU”. Se l’aspirante non è in possesso dei 24 CFU, la segreteria deve indicare gli estremi per l’accertamento dei crediti e poi contattare l’Università che ha erogato il corso.

CONSULTA LA PAGINA UFFICIALE SULLA SCUOLA E ATTUALITÀ!

SEGUICI SU -> Facebook: PrometeoNews

CI TROVI ANCHE SU -> Twitter: @PrometeoNews  E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews

RIMANI AGGIORNATO

Foto articolo: Immagine di repertorio

Cosa ne pensi?