CRONACA ENNA – Finto maresciallo truffa la fidanzata

CRONACA ENNA – Finto maresciallo truffa la fidanzata e le promette un lavoro all’interno del vaticano, truffa e deruba anche i familiari

Cronaca Enna. Un uomo di Napoli è stato bloccato mentre cercava di accedere al ministero della Difesa con un documento militare falso. All’interno della sua abitazione campana sono state ritrovate varie divise non solo dei carabinieri, ma anche dell’esercito e della polizia, i genitori indagati per concorso.

L’uomo si è finto un maresciallo dei carabinieri per truffare la fidanzata ennese: il 31enne è stato denunciato e arrestato per truffa, furto aggravato, indebito utilizzo di carte di credito e anche del reato di possesso di tesserino falsificato.

I due convivevano e si sono trasferiti in una casa in affitto a Roma, tutte le spese, tra cui affitto, arredamento, utenze e spese per la permanenza, sono state a carico della ragazza convinta che il compagno fosse un maresciallo. Inoltre l’uomo le avrebbe procurato un lavoro in Vaticano.

Inoltre, durante un viaggio in Sicilia, l’uomo avrebbe chiesto un prestito di circa 20mila euro e, proprio loro, insospettiti da alcuni comportamenti, si sono rivolti ai carabinieri. Inoltre  si sarebbe impossessato della carta di credito della madre della fidanzata per poi prelevare diverse somme di denaro e infine sarebbero stati sottratti anche gioielli, oro e altri preziosi

Grazie alle verifiche effettuate dai militari di Enna, è stata confermata la non appartenenza alle forze armate e che era già stato arrestato sia a Roma che a Reggio Calabria per possesso di segni distintivi contraffatti. Proprio un documento falso lo ha tradito mentre cercava di entrare al ministero della Difesa a Roma.

Oltre ad essere arrestato è stato sottoposto dall’autorità giudiziaria all’obbligo di firma in una caserma dell’arma. Nella sua casa campana, i militari hanno sequestrato cellulari, lettori mp3, capi di vestiario dell’esercito e della polizia. Anche i genitori sono stati indagati per concorso nei reati.

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACASEGUICI SU GOOGLE NEWS