Vaccino anti-Covid ai ragazzi 12-15 anni da giugno

La somministrazione del vaccino anti-Covid ai ragazzi di età compresa tra i 12 ed i 15 anni è già realtà in diversi Paesi, come in Israele e negli Usa. Prestissimo lo sarà anche in Italia, nel mese che sta per arrivare.

Dopo l’ok della Fda americana, quello previsto per oggi dall’Ema europea è solo una formalità. L’Aifa italiana recepirà e si uniformerà alla direttiva comunitaria.

A tal proposito, il ministro della Salute, Roberto Speranza: “E’ altamente strategico allargare ad altre fasce d’età le vaccinazioni, essenziale soprattutto in vista della ripresa dell’anno scolastico. Il governo è a lavoro con il generale Figliuolo per costruire un adeguamento del piano alla disposizione”.

L’esigenza di immunizzare i giovanissimi rientra tra le condizioni necessarie per raggiungere l’immunità. E si sta già cercando di sperimentare un siero anche per i neonati.

“A giugno nel Paese avremo 20 milioni di dosi a disposizione e questo ci può consentire senz’altro di estendere le vaccinazioni ad altre generazioni”, ha fatto sapere Speranza.