Riparte il treno da Caltagirone a Catania, Musumeci: “Il treno è romantico”

La linea ferroviaria Caltagirone-Catania è di nuovo in funzione, il servizio era stato sospeso due anni fa e da lunedì 18 febbraio l’utenza potrà riprendere gli spostamenti in treno.

La cerimonia di riconsegna si è svolta questa mattina.

Presenti per l’occasione il presidente della Regione, Nello Musumeci, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, l’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile.

Anche alcuni amministratori del Calatino e le autorità militari e religiose hanno preso parte alla cerimonia di riconsegna.

Dopo l’incontro e le dichiarazioni alla stampa si è tenuta una corsa inaugurale del treno con destinazione finale Catania.

Il sindaco Gino Ioppolo: «Si tratta di un evento di straordinaria importanza, che vale molto per Caltagirone, perché la riporta al centro di una tratta ferroviaria che quando sarà del tutto riattivata, congiungerà Catania a Gela. Riaprire la tratta Caltagirone-Catania, potrà rappresentare l’alleggerimento del trasporto su gomme e la riscoperta dell’utilità del trasporto su rotaie, potrà agevolare i pendolari. Non credo che sia eccessivo l’investimento fatto per la tratta, perché adesso è più moderna e resa sicura. I locomotori sono di nuova generazione questo consentirà di percorrere la tratta in tempo minore. C’è da assicurare il completamento della tratta, Catania-Gela».

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci: «Noi calatini ci sentivamo ingiustamente isolati, da quando sono presidente della Regione, ho chiesto con insistenza ai vertici della rete ferrovie il ripristino della tratta, è un sogno che si avvera.

Un altro sogno da raggiungere è il completamento della tratta per Gela, e quindi la ricostruzione del ponte crollato del territorio di Niscemi. Con l’assessore Falcone abbiamo ottenuto dal ministero, dall’ex ministro Del Rio, un finanziamento di 90 milioni di euro, affinché ci sia nuovamente quel collegamento. Lavoreremo per la crescita e lo sviluppo della nostra regione, entro 4 anni questa terra potrà vedere la disoccupazione diminuire. Il mio sogno è rivedere i siciliani muoversi grazie alle linee ferroviarie, è un trasporto più ecologico ed economico.

Credo ci voglia una corretta intermodalità tra il trasporto ferroviario e quello in pullman. Spero che rete ferrovie possa potenziare la nostra rete ferroviaria, rendendola anche più veloce, evitando le 4 ore di treno da Catania ad Agrigento.

Prima di oggi, dov’erano le ferrovie, e perché i governi precedenti non hanno fatto niente in merito? È questo che mi lascia l’amaro in bocca».

L’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile: «Finalmente riapre la tratta, tecnologicamente parlando, questa linea è adeguata agli standard di sicurezza più moderni dei passaggi a livello e distanziamento dei treni. Ripartiremo più avanti con la riattivazione della tratta fino a Gela»

L’evento è stato caratterizzato anche da una simpatica uscita del presidente Musumeci, quando evidenziando gli aspetti positivi degli spostamenti in treno ha dichiarato: «Andare in treno è anche più romantico, proprio su un treno ho dato il mio primo bacio».

Cosa ne pensi?