Niscemi, sanzioni “a tappeto” per cittadini ed esercizi commerciali

Niscemi. La Polizia di Stato eleva quattordici sanzioni per violazione delle misure di contenimenti del Covid: i controlli hanno interessato anche diversi esercizi pubblici.

Per i titolari di tre bar, oltre alla sanzione amministrativa di 400 euro, la Prefettura ha disposto la chiusura temporanea: cinque giorni per due di essi e trenta per un altro recidivo alle violazioni.

Proseguono i controlli della Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi attivati per il rispetto delle limitazioni imposte dall’emergenza coronavirus. Nel corso della scorsa settimana i poliziotti del Commissariato di pubblica sicurezza di Niscemi hanno elevato quattordici sanzioni amministrative per violazione delle misure di contenimento del Covid 19.

Sei sanzioni hanno riguardato l’inosservanza del divieto di spostamento e dell’obbligo di indossare la mascherina. Altre otto sanzioni sono state, invece, elevate nei confronti di altrettanti titolari di attività commerciali: cinque per mancato rispetto degli orari di apertura/chiusura, tre per mancato rispetto dell’orario c.d. di coprifuoco.

Gli agenti della polizia amministrativa del Commissariato hanno, inoltre, notificato il provvedimento prefettizio, che dispone la chiusura dell’attività commerciale nei confronti di tre titolari di bar, i quali oltre alla sanzione amministrativa di 400 euro, dovranno chiudere temporaneamente due per cinque giorni e uno, recidivo, per trenta.