Maxi incendio Kalat Impianti, assessore regionale Baglieri: “Dolo? Se così, troppe coincidenze”

L’assessore regionale all’Energia e ai Servizi di pubblica utilità, Daniela Baglieri, si è recata nel pomeriggio di ieri nella zona industriale di Caltagirone, per vedere con i propri occhi le conseguenze dell’incendio devastante che ha distrutto l’impianto di selezione della frazione secca dei rifiuti.

“Se gli accertamenti delle forze dell’ordine dovessero confermare la natura dolosa del rogo – ha detto la Baglieri – ci troveremo davanti a un grave atto criminale le cui vittime sono in primis i cittadini dei Comuni calatini. Troppi gli “imprevisti” che rallentano e incidono sulla corretta gestione dei rifiuti in Sicilia. E troppe le coincidenze”.

“È mia ferma intenzione andare sino in fondo e contrastare ogni eventuale stortura del sistema. Sarà avviato un tavolo di crisi con tutti i prefetti dell’Isola per comprendere quali siano le dimensioni della problematica e individuare, di concerto con le autorità competenti, le soluzioni più adatte a tutelare il nostro territorio”.

Intanto la regione, attraverso l’Arpa, è a lavoro per accertare le dimensioni del danno ambientale conseguente all’incendio e per valutare la possibilità di riavviare, nei tempi tecnici più brevi, quelle aree dell’impianto non interessate dal rogo, scongiurando eventuali ulteriori criticità nella gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.