Catania, prevenzione e repressione dei fenomeni di illegalità diffusa nel quartiere di Picanello

Nella giornata  di ieri,  personale del Commissariato Borgo Ognina ha eseguito controlli straordinari volti alla prevenzione e alla repressione dei fenomeni di illegalità diffusa nel quartiere di Picanello, ponendo particolare attenzione, al degrado ambientale, dovuto soprattutto  all’occupazione delle vie pubbliche ad opera di autovetture incidentate e smantellate,  che vengono abbondonate dagli stessi proprietari sul suolo pubblico.

Particolare rilievo assume il controllo effettuato in via Monterotondo dove due soggetti C.A e S.D, pregiudicati e possessori di 2 autovetture incidentate, hanno abbandonato dette autovetture, in un caso da oltre 1 anno, sulla pubblica via, determinando sia problemi a livello ambientale trattandosi di rifiuti speciali con perdita di oli esausti, sia alla viabilità poiché limitano il diritto di transito e parcheggio ai residenti, entrambi, pertanto, sono stati denunciati per i reati di evasione di terreni e di irregolare smaltimento di rifiuti pericolosi per la salute pubblica.

Analogo controllo è stato eseguito in via Erasmo Marotta dove, anche in questo caso, una persona aveva abbandonato la propria autovettura, tra l’altro incidentata e sottoposta a sequestro amministrativo per mancanza della copertura assicurativa.

Il proprietario, che avrebbe dovuto custodire detta autovettura in luogo privato e idoneo è stato anch’esso  indagato in stato di libertà, per il reato di occupazione illegale di suolo pubblico.

Cosa ne pensi?