Catania, controllo straordinario del territorio a Librino

Nella mattinata di ieri, agenti del Commissariato Librino, insieme a personale del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale e con la collaborazione di personale della Polizia Locale appartenente ai settori Viabilità ed Annona hanno proceduto a un mirato controllo del territorio, nell’ambito del c.d. Modello Trinacria, privilegiando la prevenzione e repressione  delle violazioni al Codice della Strada, delle violazioni al regime delle autorizzazioni per gli esercizi commerciali e degli altri fenomeni d’illegalità evidenti.

In particolare sono stati istituiti posti di controllo in questa via Zia Lisa e in via Gelso Bianco.

Dai controlli eseguiti sono state  controllate 17 persone e 101 veicoli,  la maggior parte tramite il sistema Mercurio.

Inoltre, sono state elevate 27 contravvenzioni al C. di S. di cui 4 per inottemperanza all’Alt Polizia, 5 per  mancata copertura assicurativa per la responsabilità civile, 5 per mancata revisione, altri 5 per mancato utilizzo del casco, 1 per uso di radiotelefono durante la guida e infine 7 per divieto di fermata e di sosta.

Per le suddette violazioni si è proceduto a 3 sequestri amministrativi di veicoli per la mancata assicurazione obbligatoria e, a 3 fermi amministrativi per mancata revisione.

Inoltre, è stata deferita in stato di libertà una persona per guida senza patente perché revocata a seguito di irrogazione di misura di prevenzione.

Continuano i controlli nel rione  San Giorgio, dove,  un venditore ambulante di prodotti ortofrutticoli, è stato sanzionato per occupazione del suolo pubblico senza concessione, mediante la collocazione di prodotti in esposizione che sono stati conseguentemente sequestrati e, devoluti ad enti benefici.

Inoltre, all’improvvisato fruttivendolo gli è stata contestata la mancanza dei requisiti professionali e della prevista autorizzazione comunale per la vendita, pertanto gli sono state comminate sanzioni amministrative pecuniarie per complessivi 2.000 euro.

Complessivamente, tra verbali di contravvenzione al C. di S. e quelli elevati nei confronti del suddetto esercente, sono state contestate infrazioni per un controvalore pari ad euro 10.000 circa.

Inoltre, si è proceduto al controllo di 7 soggetti sottoposti alla detenzione domiciliare; fra questi LO PRESTI Antonino classe 1975, non   è stato trovato presso il proprio domicilio, una volta rintracciato  l’uomo è stato arrestato  per il reato di evasione.

Quest’ultimo, come disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, è stato rimesso momentaneamente agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

Cosa ne pensi?