Bonus 600 euro, adesso possono riceverlo più beneficiari

Un emendamento al decreto Agosto  potrebbe portare novità sul Bonus 600 euro, tra cui l’estensione della misura ad alcune categorie professionali. Vediamo di cosa si tratta.

In arrivo possibili novità per il Bonus 600 euro con i nuovi beneficiari, ai quali viene estesa la misura per via di un emendamento al decreto Agosto in fase di conversione e presentato dal Movimento 5 Stelle.

Il decreto Agosto sta per concludere l’iter per essere convertito in legge, ma arriverà al Senato soltanto il prossimo 5 ottobre. Il tempo a disposizione della Camera per la revisione del testo ammonta quindi ad una settimana, dato che il termine per la conversione in legge del decreto n.104/2020 (anche noto come decreto Agosto) andrà in scadenza il prossimo 13 ottobre.

Il Movimento 5 Stelle spinge, tra le varie proposte di modifica del suddetto decreto, per l’estensione della misura a nuovi beneficiari, oltre a quelli già previsti con il testo in vigore dal 15 agosto. L’emendamento deve ancora essere approvato, ma se lo fosse, il bonus 600 euro potrebbe arrivare a nuovi beneficiari. Il Bonus 600 euro, secondo le intenzioni dei 5Stelle, dovrebbe essere esteso anche ai meccanici e alle officine per le revisioni.

Tra le varie proposte di modifica del decreto Agosto, che già si compone di 115 articoli, anche il pacchetto per il sisma, richiesto dal PD, il quale prevederebbe l’estensione del bonus per le assunzioni al Sud anche alle imprese marchigiane in difficoltà, grazie ad un esonero contributivo al 30%.

Inoltre tra le richieste vi sarebbe anche il rinvio di un anno del canone unico che assorbe la Tosap (tassa sul suolo pubblico), la quale dovrebbe essere sospesa per tutto il 2021 ( questo in manovra). Si parlerebbe poi anche di un credito d’imposta al 65% per chi restaura o ristruttura palazzi storici e di un aumento dei fondi per i comuni e le provincie con lo scopo di trovare spazi alternativi per le scuole e far fronte all’emergenza Covid.

Tutte queste proposte, 867 secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, sono ancora in piedi. Italia Viva, ad esempio, ha richiesto la riduzione del carico fiscale sulle bevande alcoliche e fondi per la Casa Internazionale delle Donne.

Dovrebbe arrivare anche un fondo di 10 milioni di euro l’anno per la tutela degli immobili storico artistici, oltre alla moratoria delle sanzioni per le imprese in difficoltà, che comunque pagheranno entro il 30 ottobre. Ad ogni modo il testo aggiornato del decreto Agosto dovrebbe arrivare il 5 ottobre nella seduta fissata per le ore 12 in Aula del Senato.

modulo allianz
modulo pubblicità annuncio
modulo ottica dieci decimi