Arrestato Matteo Messina Denaro: il blitz in una clinica privata a Palermo

Il boss di cosa nostra, Matteo Messina Denaro, è stato arrestato dai carabinieri del Ros questa mattina, dopo trent’anni di latitanza. Il blitz è avvenuto all’interno della clinica oncologica privata “La Maddalena” di Palermo, dove un anno fa era stato operato e da allora stava facendo delle terapie in day hospital. Nel documento falso esibito ai sanitari c’era scritto il nome di Andrea Bonafede.

Il boss, oggi, aveva in programma prelievi, visita e cura. Al momento dell’arresto, si trovava all’ingresso. La clinica è stata circondata dai militari col volto coperto davanti a decine di pazienti. Un carabiniere si è avvicinato al padrino e gli ha chiesto come si chiamasse. “Mi chiamo Matteo Messina Denaro”, ha risposto.

I carabinieri hanno sequestrato tutte le cartelle cliniche relative a Matteo Messina Denaro, sotto il falso nome di Andrea Bonafede. Lì è riportato tutto il percorso medico del boss, operato a Marsala prima per tumore al colon poi nella clinica palermitana per metastasi al fegato.