Nuovo Decreto Gennaio: posso tornare a casa anche se in un’altra regione?

Mentre gli spostamenti interregionali rimangono vietati sino al 15 febbraio 2021, anche nella zona gialla, è ammesso il rientro al luogo di domicilio, residenza e abitazione a prescindere dal colore della regione di partenza e di destinazione.

Questo vale tanto per:
studenti fuori sede, che possono tornare a casa o, viceversa, raggiungere il domicilio in cui si trova la sede dell’università;
– per i lavoratori che hanno conservato la residenza nella regione di origine.

Tornare a casa in un’altra regione è sempre consentito

In seguito al decreto del 16 gennaio 2021 varieranno molte misure restrittive, tra le quali, quelle in termini di spostamenti. Fino al 15 febbraio 2021 è vietato uscire dalla regione in cui si abita, se non per comprovati motivi: di salute, lavoro e necessità da dichiarare nel modulo di autocertificazioni, e per tornare a casa, ovvero nel luogo di residenza, domicilio e abitazione.

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha chiarito i seguenti concetti di:

  • Residenza, luogo che corrisponde alla “dimora abituale” (articolo 43, comma 2, Codice civile) dove un soggetto vota in quanto iscritto alle liste elettorali e presiede il proprio medico di famiglia.
  • Domicilio, luogo in cui una persona “ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi” (articolo 43, comma 1, Codice civile). Gli interessi possono essere di natura economica, personale, sociale e politica.
  • Abitazione, individuata come il luogo dove si abita di fatto, con una certa continuità e stabilità (quindi per periodi continuati, anche se limitati, durante l’anno) o con abituale periodicità e frequenza (per esempio in alcuni giorni della settimana per motivi di lavoro, di studio o per altre esigenze), tuttavia sempre con esclusione delle seconde case utilizzate per le vacanze.

Tornare a casa in un’altra regione: coprifuoco e autocertificazione

  • E’ consentito il viaggio per mezzo sia di propri mezzi privati che pubblici.
  • Resta in vigore il coprifuoco dalle 22.00 della sera alle 5:00 del mattino e muniti di autocertificazione ( qui in particolare nella voce ”altri motivi” bisogna dichiarare che lo spostamento persegue come obbiettivo quello di raggiungere la propria abitazione, l’indirizzo di partenza del viaggio e quello di destinazione).