Decreto scuola, si torna in classe l’1 o il 2 settembre per un “ripasso”

Decreto scuola, si torna in classe l’1 o il 2 settembre per un “ripasso”, necessario per recuperare apprendimenti in cui gli studenti sono carenti

Firmato il Decreto scuola dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Ma cosa prevede? Tra le altre cose prevede che “con una o più ordinanze del ministro dell’Istruzione sono adottate misure volte alla definizione della data di inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2020-2021 d’intesa con la Conferenza Stato-Regioni, anche tenendo conto dell’eventuale necessità di recupero degli apprendimenti quale ordinaria attività didattica e della conclusione delle procedure di avvio dell’anno scolastico”.

Dunque il decreto non interviene solo sulla chiusura dell’anno scolastico in corso, ma anche alla ripresa per il prossimo anno ed è molto probabile che si tornerà sui banchi i primi giorni di settembre, l’1 o il 2, ma solo per recuperare gli apprendimenti in cui gli studenti si sono mostrati carenti nell’anno scolastico in corso, mentre dalla seconda metà del mese inizieranno le lezioni del nuovo anno.

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACASEGUICI SU GOOGLE NEWS