Coronavirus, in Spagna superati i 22mila morti e negli Usa i 46mila

Coronavirus, in Spagna superati i 22mila morti e negli Usa i 46mila, ma molti paesi iniziano ad annunciare ufficialmente le prime aperture

Coronavirus. Continuano a crescere i decessi e i contagi in Europa. In Spagna, dove sono stati superati i 22mila morti legati alla pandemia e il numero dei casi confermati è di 213mila, a partire da domenica i bambini saranno liberi di uscire un’ora al giorno, in un raggio di un chilometro dalla propria abitazione.

In Francia il numero dei decessi ha superato quota 21mila fra quelli negli ospedali, nelle case di riposo e negli istituti per disabili. Ma per la prima volta da diverse settimane, il numero di ricoverati è sceso sotto le 30mila unità. E il Paese si avvia verso la riapertura delle scuole l’11 maggio.

Nel Regno Unito il lockdown generale, introdotto dal premier Boris Johnson il 23 marzo e poi rinnovato, sarà soggetto a una seconda verifica il 3 maggio.
Ma al momento il governo considera prematuro anche solo parlare di piani futuri di exit strategy, dati i numeri tuttora elevati di contagi e morti nel Paese: rispettivamente 138mila e 18.700.
Resta drammatica la situazione negli Stati Uniti, dove i morti per coronavirus hanno superato quota 46mila mentre i casi positivi sono oltre 842mila, secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University. Pechino, intanto, ha annunciato la donazione di altri 30 milioni di dollari all’Oms in sostegno alla lotta al Covid-19.
LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACA – RIMANI AGGIORNATO: Seguici su Google News