[soliloquy id="54653"]
Cronaca

Caltanissetta, altre 150 armi inviate alla rottamazione

Caltanissetta, altre 150 armi inviate alla rottamazione: 60 pistole e 90 fucili ritirati o versati alla Polizia di Stato. La Divisione polizia amministrativa è impegnata da mesi a eseguire controlli sui detentori di armi comuni da sparo residenti in provincia al fine di verificare il rispetto delle norme previste in materia.

Negli ultimi mesi la polizia amministrativa della Questura di Caltanissetta ha ritirato cautelarmente circa 30 armi da fuoco a soggetti segnalati nel corso dell’attività di polizia giudiziaria per liti in famiglia e maltrattamenti (c.d. “codice rosso”). Tra quelle ritirate e quelle versate spontaneamente da soggetti che le detenevano, sono state inviate alla rottamazione 150 armi, 60 pistole e 120 fucili.

Dal 14 settembre 2019, infatti, chi detiene armi deve presentare ogni cinque anni il certificato medico d’idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all’acquisto, previsto dall’art. 35 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol. Il certificato medico è rilasciato dall’ufficio medico legale delle A.S.P. o da un medico militare, della Polizia di Stato o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di famiglia, di data non anteriore a tre mesi. Sono esentati dall’obbligo di presentazione i detentori che siano anche titolari di licenza di porto d’armi (caccia, sportivo, porto difesa personale) in corso di validità. In caso di licenza non più rinnovata, i cinque anni decorrono dalla scadenza dell’ultimo rinnovo.

Le persone che non consegnano il certificato agli uffici di Polizia (Questura per i residenti a Caltanissetta, Commissariati di P.S. di Gela e Niscemi per i residenti in quei Centri) o alla Stazione dei Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 60 giorni la certificazione non sarà presentata, le armi saranno ritirate cautelarmente dalle Forze di Polizia e saranno segnalati al Prefetto per la successiva emissione del divieto detenzione armi.

Nel caso che il detentore non voglia più la disponibilità dell’arma e non trovi una persona munita d’idoneo titolo di polizia cui cederla, anche a titolo gratuito, potrà richiedere agli stessi uffici di Polizia (Ufficio Armi della Questura di Caltanissetta 093479595 / 093479596) o ai Carabinieri il ritiro per la successiva rottamazione.

Invia su WhatsApp
Pubblicato da
Redazione

News recenti

  • Cronaca

Denunciati due giovani diciottenni dagli agenti della Polizia di Stato

Caltanissetta, due diciottenni denunciati dalla Polizia di Stato, il primo per furto aggravato di un…

1 giorno fa
  • Cultura

Caltagirone, Riunione del Patto locale per la lettura

Caltagirone, giovedì 29 settembre riunione del Patto locale per la lettura. L’assessore Luca Giarmanà: “Utile…

4 giorni fa
  • Sicilia

Caltagirone, “Politeia” al via con 670mila euro per il progetto del comune

Caltagirone, “Politeia” al via con 670mila euro per il progetto del Comune. (l’unico finanziato nell’Italia…

4 giorni fa
  • Cronaca

Nel Ragusano, giovane arrestato per furto in abitazione

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Modica hanno proceduto all’esecuzione di un ordine…

4 giorni fa
  • Cronaca

Scarsa igiene nel ristorante: i Nas chiudono locale nel Ragusano

I Carabinieri del Nas di Ragusa chiudono un ristorante per scarsa igiene. Nell’ambito dei controlli…

4 giorni fa
  • Cronaca

Caporalato, giro di vite della polizia: dieci misure cautelari

Caltanissetta, caporalato e lavoro nero: la Polizia di Stato ha eseguito dieci misure cautelari. Nell’inchiesta…

4 giorni fa