Via libera per Assegno Unico: fino a 217 euro per figlio

Finalmente arriva sul tavolo del Consiglio dei ministri la “misura ponte” per l’assegno unico, riconosciuto per quest’anno, a partire dal prossimo mese di luglio, per coloro che non hanno accesso ad assegni familiari, come i lavoratori autonomi e i disoccupati. Dal 2022 l’assegno unico è previsto per tutti.

La misura è definita “ponte” perché transitoria, considerando che da luglio non sarà riconosciuta a tutti. Lo sarà dal prossimo anno. Il sostegno economico va da un minimo di 30 euro a un massimo di 217,8 euro al mese per ciascun figlio. E ne avranno diritto i nuclei familiari con Isee non superiore a 50mila euro.

Le famiglie con Isee fino a 7mila euro avranno 217,8 euro a figlio se hanno almeno tre figli. Previsto un incremento di 50 euro per ciascun figlio disabile. Soddisfatti questi requisiti, potrà accedervi chi paga le tasse in Italia e sia qui residente da almeno due anni. Inoltre, sono ammessi cittadini italiani e Ue e titolari di permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca almeno semestrale.