Super Cashback da 1.500 euro bloccato per colpa dei furbetti

Molti i furbetti che hanno tentato di aggirare le modalità per poter aggiudicarsi il monte premio pari a 1500 euro. Per poter risolvere questo problema, il Ministero dell’Economia aveva pensato di introdurre un algoritmo che riuscisse a riconoscere e allo stesso tempo a impedire i micro-pagamenti che molti utenti del cashback stanno effettuando soprattutto presso gli erogatori di benzina.

Al fine di  scovare quegli utenti che collezionavano transazioni molto piccole (si tratta di pochi euro o centesimi) per  scalare la classifica del super cashback ed ottenere il premio da 1500 euro, il Fisco aveva provveduto ad avviare già i primi controlli.

Attualmente il Governo Draghi sta pensando di congelare il super premio fino a dicembre, proprio per arrivare pronto a a prevenire raggiri da parte dei furbetti, costituendo un controllo ad hoc sull’ intera procedura.

Ma cosa prevedeva il Cashback?

Il cashback è un’iniziativa messa in campo dal Governo per incentivare i pagamenti non in contante attraverso un sistema di restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato cashless, nell’arco di un semestre (per il cashback di Natale contavano solo le operazioni comprese tra l’8 e il 31 dicembre).

Terminata il 31 dicembre l’esperienza del cashback di Natale, che dovrebbe rimborsare entro il 1° marzo ben 222 milioni di euro a chi (dall’8 dicembre al 31) è riuscito a fare almeno 10 operazioni cashless, ora è la volta del cashback standard.

Dal 1° gennaio, infatti, è partita l’iniziativa che ci accompagnerà fino al 30 giugno 2022: in questa fase viene riconosciuto un rimborso semestrale pari al 10% di quanto speso dal consumatore fino a un massimo di 1.500 euro a semestre e purché si facciano almeno 50 operazioni cashless a semestre: di fatto si potrebbe trattare quindi di un rimborso massimo di 300 euro in un anno.

Attenzione perché ogni pagamento sarà considerato fino ad un massimo di 150 euro (questo per favorire non chi fa pagamenti consistenti ma chi fa più operazioni di pagamento cashless).

Ci sarà inoltre un Super Cashback: in pratica un rimborso che verrà riconosciuto ogni semestre per 1.500 euro, in aggiunta al cashback standard ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, a patto che eseguano almeno 50 operazioni di pagamento nel corso del semestre. Sulla app Io o sui sistemi di attivazione degli operatori sarà possibile ogni giorno visualizzare la classifica del Super Cashback e quindi capire in che posizione ci si trova rispetto agli altri. La classifica definitiva del primo semestre (pagamenti dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2021) sarà visualizzata il  10 luglio 2021.

Ai fini del rimborso sono considerati questi periodi:

  • 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021;
  • 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021;
  • 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

Il pagamento del cashback e del Super Cashback avviene entro 60 giorni dalla fine del periodo (ad esempio per il primo semestre, il pagamento del cashback e del Super Cashback avverrà entro il 29 agosto 2021).