Sicilia, scuola in Dad anche dalla prossima settimana con ordinanza regionale

La giornata di ieri è stata piuttosto confusa per il mondo scolastico: ragazzi, genitori, docenti e personale ATA sono rimasti in attesa di indicazione già dalle prime ore della mattina; all’ora di pranzo, la task force ha concluso la riunione con la decisione di riaprire le scuole; nel pomeriggio sono iniziate ad arrivare le ordinanze comunali di diversi sindaci che, considerando il tasso preoccupante di contagi nelle proprie città, disponevano la didattica a distanza fino a sabato 15 gennaio.

Ma da lunedì che si farà? Adesso è questa la domanda che in molti si pongono e la risposta potrebbe arrivare già domani, quando la cabina di regia romana si riunirà e si deciderà il destino (o meglio, il colore) delle regioni, e la Sicilia, considerando quanto è emerso dal monitoraggio Agenas dell’11 gennaio, risulta essere tra le regioni in cui sono aumentati il tasso dell’occupazione delle terapie intensive, che attualmente si attesta al 20%, e la la percentuale di posti letto nei reparti ospedalieri di area non critica con pazienti Covid, che ora è al 32%. Questo vuol dire che l’isola è ad un passo dalla zona arancione.

Cosa significa? Oltre ad una serie di restrizioni più rigide, soprattutto per coloro che non hanno il Green pass, la zona arancione assegnerebbe al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, maggiore potere decisionale sulla Dad per gli studenti, che sarebbe a questo punto quasi certa, a partire da lunedì 17 gennaio.