Sicilia, 300 milioni per una rivoluzione digitale

La Sicilia diventerà l’area più digitalizzata del Mediterraneo?

Ebbene, sono stati stanziati 300 milioni di euro per passare alla banda ultra larga. Il fine è quello di realizzare un territorio regionale sempre più interconnesso.

La Sedec, la Commissione ricerca e cultura del Comitato europeo delle Regioni, ha presentato a Palermo il programma digitale 2021-2027.

A tal proposito, il presidente dell’intergruppo delle Regioni insulari del Comitato europeo delle Regioni (CdR) e vice presidente della Regione siciliana Gaetano Armao ha dichiarato: 

Occorre completare l’infrastrutturazione, puntando sul fatto che le più importanti dorsali del Mediterraneo passano per la Sicilia che sta completando la propria rete a banda ultralarga. Nell’isola abbiamo speso già 75 milioni di euro, tant’è che la commissione Ue ci ha riconosciuto altri 55 milioni: questo dimostra che la strada intrapresa è quella giusta. Nel 2022 saremo l’area più digitalizzata del Mediterraneo“.

Invece, il presidente della commissione Sedec, Josè Ignacio Ceniceros Gonzalez ha affermato che ”la digitalizzazione è una questione di estrema importanza per tutte le Regioni europee ed è la chiave per affrontare la sfida dello spopolamento delle aree rurali‘.

Foto: LiveUnict

Cosa ne pensi?