Sguardo all’insù, sta per arrivare la Superluna rosa: spettacolo unico

Segniamo in agenda questa data: la notte tra il 26 ed il 27 aprile ci regalerà la prima Superluna di questo 2021, il nostro satellite ci sembrerà infatti più grande del solito perché vicino al perigeo, ovvero al punto di minima distanza dalla Terra.

Superluna perché così è stata definita dall’astrologo Richard Nolle nel 1979, ma deve verificarsi una particolare condizioni: una luna piena o luna nuova deve arrivare nel 90% del suo approccio più vicino alla Terra per essere definita tale. In altre parole, è una Superluna quella che dista dalla Terra 361.885 km o meno.

Ma perché rosa? Premettiamo subito che la Luna non sarà veramente rosa, questo è infatti il nome dato dai nativi americani a causa del muschio rosa, o dal phlox selvatico, un fiore molto diffuso in America simile alle ortensie e con una caratteristica fioritura rosata che anticipa quella primaverile degli altri fiori.

Il cielo ci regalerà comunque una splendida luna e in Italia, la fase di piena sarà ufficialmente il 27 aprile alle 5.31, ma tutta la notte potremo goderci lo spettacolo, ovviamente tempo permettendo.

C’è dell’altro: come spiega Earthsky, questa sarà solo la prima di una “stagione” di tre Superlune consecutive. Le prossime sono attese per il 26 maggio e il 24 giugno. Quella del 27 aprile sarà la seconda luna piena più vicina, e quindi apparentemente più grande, dell’anno.