Salmo 94, “Se oggi ascoltate la Sua voce”: La misericordia di Dio

Salmo 94, “Se oggi ascoltate la Sua voce”: La misericordia di Dio. Un invito all’Amore di Dio per questo periodo di Quaresima

Salmo 94. Il periodo quaresimale é un momento di grazia per tutti coloro che lo desiderano. E’ il momento propizio per la conversione del nostro cuore, per il cambiamento totale a cui ambire.

La Chiesa dimostra, ancora una volta, che la sua misericordia é infinita, così come la misericordia del Signore.  Per questo ci ricorda quotidianamente che é possibile convertirsi.

Le braccia di Gesù sono sempre tese e impazienti di accoglierci: ‘se oggi ascoltate la sua voce non indurite i vostri cuori’.

È facile cadere ogni giorno ma siamo ogni volta più consapevoli e forti che possiamo rialzarci, che possiamo ritornare più forti, più consapevoli che non siamo noi a rialzarci ma che c’è Qualcuno pronto a farlo, che c’è una Chiesa che non dimentica mai di ricordarcelo come una carezza quotidiana, come una costante parola di conforto e di misericordia: parola chiave della quaresima.
Ciò che non può mai mancare nella nostra povera mensa sono certamente la Parola di Dio, i sacramenti, la preghiera costante quotidiana e continua, l’adorazione Eucaristica, gli esercizi spirituali ed ogni forma catechetica non può che darci ristoro, un senso di vera sazietà che null’altro potrà mai sostituire.

SEGUICI SU:

PAGINA UFFICIALE FACEBOOK IL CAMPANILENEWS

Foto articolo: kiko arguello

Cosa ne pensi?

Salmo 94, “Se oggi ascoltate la Sua voce”: La misericordia di Dio

Salmo 94, “Se oggi ascoltate la Sua voce”: La misericordia di Dio. Un invito all’Amore di Dio per questo periodo di Quaresima

Salmo 94. Il periodo quaresimale é un momento di grazia per tutti coloro che lo desiderano. E’ il momento propizio per la conversione del nostro cuore, per il cambiamento totale a cui ambire.

La Chiesa dimostra, ancora una volta, che la sua misericordia é infinita, così come la misericordia del Signore.  Per questo ci ricorda quotidianamente che é possibile convertirsi.

Le braccia di Gesù sono sempre tese e impazienti di accoglierci: ‘se oggi ascoltate la sua voce non indurite i vostri cuori’.

È facile cadere ogni giorno ma siamo ogni volta più consapevoli e forti che possiamo rialzarci, che possiamo ritornare più forti, più consapevoli che non siamo noi a rialzarci ma che c’è Qualcuno pronto a farlo, che c’è una Chiesa che non dimentica mai di ricordarcelo come una carezza quotidiana, come una costante parola di conforto e di misericordia: parola chiave della quaresima.
Ciò che non può mai mancare nella nostra povera mensa sono certamente la Parola di Dio, i sacramenti, la preghiera costante quotidiana e continua, l’adorazione Eucaristica, gli esercizi spirituali ed ogni forma catechetica non può che darci ristoro, un senso di vera sazietà che null’altro potrà mai sostituire.

SEGUICI SU:

PAGINA UFFICIALE FACEBOOK IL CAMPANILENEWS

Foto articolo: kiko arguello

Cosa ne pensi?

Salmo 94, “Se oggi ascoltate la Sua voce”: La misericordia di Dio

Salmo 94, “Se oggi ascoltate la Sua voce”: La misericordia di Dio. Un invito all’Amore di Dio per questo periodo di Quaresima

Salmo 94. Il periodo quaresimale é un momento di grazia per tutti coloro che lo desiderano. E’ il momento propizio per la conversione del nostro cuore, per il cambiamento totale a cui ambire.

La Chiesa dimostra, ancora una volta, che la sua misericordia é infinita, così come la misericordia del Signore.  Per questo ci ricorda quotidianamente che é possibile convertirsi.

Le braccia di Gesù sono sempre tese e impazienti di accoglierci: ‘se oggi ascoltate la sua voce non indurite i vostri cuori’.

È facile cadere ogni giorno ma siamo ogni volta più consapevoli e forti che possiamo rialzarci, che possiamo ritornare più forti, più consapevoli che non siamo noi a rialzarci ma che c’è Qualcuno pronto a farlo, che c’è una Chiesa che non dimentica mai di ricordarcelo come una carezza quotidiana, come una costante parola di conforto e di misericordia: parola chiave della quaresima.
Ciò che non può mai mancare nella nostra povera mensa sono certamente la Parola di Dio, i sacramenti, la preghiera costante quotidiana e continua, l’adorazione Eucaristica, gli esercizi spirituali ed ogni forma catechetica non può che darci ristoro, un senso di vera sazietà che null’altro potrà mai sostituire.

SEGUICI SU:

PAGINA UFFICIALE FACEBOOK IL CAMPANILENEWS

Foto articolo: kiko arguello

Cosa ne pensi?