Reddito di emergenza, al via la domanda per la terza mensilità

Da domani, martedì 15 settembre 2020, si potrà fare domanda per ricevere il reddito di emergenza. Il termine di scadenza è stato fissato per il 15 ottobre 2020.

I beneficiari potranno ricevere da un minimo di 400 euro ad un massimo di 840 euro, qualora un diversamente abile facesse parte del nucleo familiare richiedente l’agevolazione.

I requisiti per beneficiare della quota sono:

  • Residenza in Italia;
  • Possesso (nell’anno 2019) di un patrimonio mobiliare inferiore a €10.000;
  • Reddito familiare nel mese di maggio di quest’anno inferiore all’importo dello stesso reddito di emergenza;
  • ISEE che non superi €15.000.

La somma potrà essere richiesta in tre modi:

  • Online, compilando la domanda dopo aver avuto accesso alla propria area riservata sul sito dell’INPS con SPID, PIN, CIE o CNS;
  • Tramite gli istituti di patronato (legge 30 marzo 2001, n.152);
  • Rivolgendosi ai CAF, previa stipula di un’apposita convenzione con l’INPS.

Il reddito di emergenza è incompatibile con:

  • Prestazioni pensionistiche dirette o non;
  • Redditi da lavoro dipendente;
  • Reddito o pensione di cittadinanza;
  • Indennità COVID-19.

L’INPS sottolinea che, per ricevere la terza mensilità del reddito di emergenza, sarà necessario presentare nuovamente la domanda, anche se negli scorsi mesi il richiedente l’ha già inviata al fine di beneficiare delle mensilità di giugno e luglio.

L’esito della richiesta verrà comunicato tramite messaggio o e-mail. Nel caso in cui la domanda dovesse avere esito negativo, INPS ne specificherà le motivazioni.