Quando riparte il calcetto? C’è una data, ma non è detto che si rispetti

Quando riparte il calcetto? C’è una data, ma non è detto che si rispetti. Tutto dipenderà da alcuni fattori e dalla decisione delle singole regioni

Dal 25 maggio c’è stato il via libera alle riaperture di palestre, piscine e centri sportivi; grande escluso il calcetto che, stando all’ultimo DPCM approvato dal Governo e presentato ieri sera dal premier Giuseppe Conte, dovrebbe ripartire il 25 giugno.

“Dovrebbe” appunto, perché non è detto e le parole del presidente del Consiglio sono state piuttosto chiare: “Il 25 giugno possono riprendere gli sport di contatto amatoriali se le Regioni ma anche il ministro dello Sport Spadafora e il ministro della Salute Speranza accerteranno che ricorre la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica”.

Quindi adesso la palla passa alle Regioni, dopo l’ok del Ministero dello Sport, e tutto dipenderà da come il virus si comporterà nelle prossime due settimane. Insomma, l’apertura da parte delle Istituzioni non manca, ma la situazione sanitaria determinerà la scelta.

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACASEGUICI SU GOOGLE NEWS

bar iudica e trieste
ottica spazio sole
assicurazione allianz
ottica dieci decimi
negozio intimo in