Proroga contratti ATA, in scadenza a giugno, fino al 31 agosto

La proroga del contratto ATA è ammissibile soltanto fino al 31 agosto. Il dirigente scolastico, infatti, può richiedere, in particolari situazioni che adesso andremo a vedere, la continuità di servizio.

Le supplenze che possono essere prorogate fino al 31 agosto si possono riferire solo a quelle stipulate con i contratti che scadranno il prossimo 30 giugno. Come abbiamo riportato sopra, devono sussistere alcune condizioni, ecco quali:

  • attendere la circolare del Ministero dell’Istruzione che autorizza la proroga fino al 31 agosto di tutti i contratti di supplenza del personale ATA; dovrebbe uscire in questi giorni;
  • richiesta da parte del Dirigente scolastico di autorizzazione alla proroga del contratto ATA all’ufficio scolastico regionale, per il tramite dell’ambito territoriale competente.

Per maggiore chiarezza:

  • Le proroghe dei contratti del personale ATA successivamente al 30 giugno possono essere disposte per motivi di necessità dell’istituzione scolastica, con lo stesso numero di ore stabilito nel contratto originario.
  • Non è possibile stipulare nuovi contratti a personale scolastico in graduatoria dal 30/06 al 31/08. Dunque, solo proroghe, eventualmente.

Supplenze ATA, Sindacati chiedono proroga fino al 31 agosto per tutti i contratti

Lo scorso 6 maggio, le organizzazioni sindacali FLC CGIL, CISL FSUR, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal, GILDA Unams hanno chiesto al ministero dell’Istruzione, la proroga fino al 31 agosto di tutti i contratti di supplenza del personale ATA. La richiesta è stata fatta pensando al grande lavoro che dovranno svolgere le scuole nel periodo estivo, tra cui Esami di Stato e graduatorie di terza fascia ATA.

I motivi:

  • garantire per tempo la regolare ed effettiva funzionalità dei servizi scolastici nelle scuole e le condizioni di tutela della salute e della sicurezza degli ambienti scolastici durante lo svolgimento degli esami di Stato e per l’espletamento delle procedure propedeutiche all’avvio del nuovo anno scolastico, contemperando il funzionamento con le esigenze di fruizione delle ferie estive da parte di tutto il personale;
  • assicurare la presenza del personale in servizio per completare le operazioni necessarie alla pubblicazione delle graduatorie di terza fascia ATA entro i tempi previsti e la gestione di tutte le altre attività di competenza, comprese quelle previste dal nuovo Piano Scuola Estivo.