Plastic Free, evento nazionale anche a Caltagirone, al Bosco Santo Pietro

Il bosco di Santo Pietro, uno dei luoghi simbolo del Calatino, è stato al centro della giornata di raccolta e sensibilizzazione che, su iniziativa del gruppo Plastic Free di Caltagirone, si è tenuto oggi, domenica 18 aprile, in occasione della data nazionale di Plastic Free, durante la quale si sono svolti circa 150 eventi in tutta Italia con l’obiettivo di rimuovere 100.000 kg di rifiuti dall’ambiente in un solo giorno.

Il raduno dei partecipanti è stato fissato alle 9, nel piazzale della Pineta del borgo. Da qui è partita una mega bonifica, che ha coinvolto l’ampia zona compresa fra lo svincolo per Niscemi e la contrada Renelle, attraversando tutto il bosco. Individuati dagli organizzatori una serie di punti critici dove concentrare le attività di raccolta, cosa che ha garantito che la manifestazione si svolgesse in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

“Ringraziamo il Comune di Caltagirone e l’assessore Francesco Caristia che ci ha dato supporto e ha coordinato il tutto, la ditta Econord, la Protezione civile, la Polizia municipale e le numerose associazioni che hanno aderito all’iniziativa: Il Ramarro, Arci Amari, Leo Club, Lipu, Aigae, Extopia, Attiviamoci, i gruppi scout Agesci e Cngei, il gruppo giovani Azione cattolica. della Diocesi di Caltagirone e tanti altri”, hanno commentato in casa Plastic Free.

Alcune immagini della giornata:

Questo slideshow richiede JavaScript.

“In un luogo dove la natura dovrebbe prosperare rigogliosa – sottolinea Salvatore Platania, referente Plastic Free -, la mano di alcuni vigliacchi incivili sta creando solo distruzione. Con questo nostro intervento vogliamo mandare un messaggio forte a tutti, intendiamo far capire che questa terra è la nostra casa e non lasceremo che poche persone la riducano in un’immensa pattumiera! Siamo sicuri che, unendo le forze, riusciremo a ridare dignità a questo territorio. Crediamo fermamente che ogni piccolo gesto, moltiplicato per migliaia di persone, possa creare una rivoluzione nel modo di vivere e di approcciarsi alla casa di tutti: la nostra terra!”.

“Ci occupiamo di sensibilizzazione sul tema della plastica e della spazzatura in generale – afferma Verdiana Scivoli, referente Plastic Free -. Con i nostri appuntamenti, ai quali la comunità risponde sempre in maniera positiva, vogliamo essere esempio di cittadinanza attiva, insegnando ad adulti e bambini che preoccuparsi del bene comune è un dovere di tutti e che, con pochi e semplici gesti, possiamo fare tanto per l’ambiente e per la nostra salute. Per questo siamo attivi anche nelle scuole, con programmi di informazione dedicati a tutte le fasce d’età. Puntiamo sulle nuove generazioni affinché il problema – spazzatura si ridimensioni”.

Il sindaco Gino Ioppolo rivolge “un grande e sentito plauso a questi volontari che, con encomiabile spirito di servizio e attaccamento alla città, contribuiscono in maniera tangibile alla pulizia del territorio, lanciando nel contempo un messaggio significativo che speriamo rappresenti anche un monito nei confronti di quanti, invece, si ostinano a non rispettarlo e a sporcarlo”.

La nostra collaboratrice Francesca Giarratana, suoi sono gli scatti di questo servizio, si è piacevolmente imbattuta anche ad un raduno degli scout, di cui sotto riportiamo una foto di gruppo: