Piazza Armerina, le prima parole del Papa: “Entusiasta di stare qui con voi”

“Sono contento di trovarmi in mezzo a voi. E’ bello il sole della sicilia!”. Così papa Francesco ha iniziato, come riferisce rainews, il suo discorso durante l’incontro con i fedeli a Piazza Armerina, sottolineando la giornata di sole che lo ha accolto in Sicilia. Papa Francesco è arrivato a Piazza Armerina (Enna), prima tappa della sua giornata in Sicilia che poi lo porterà anche a Palermo.

Al Suo arrivo in elicottero, nel Campo sportivo “San Ippolito”, dopo lo scalo tecnico all’aeroporto di Sigonella, il Papa è accolto dal vescovo di Piazza Armerina, mons. Rosario Gisana, dal prefetto di Enna, Maria Antonietta Cerniglia, e dal sindaco della città, Nino Cammarata. “Non sono poche le piaghe che vi affliggono. Esse hanno un nome: sottosviluppo sociale e culturale; sfruttamento dei lavoratori e mancanza di dignitosa occupazione per i giovani; migrazione di interi nuclei familiari; usura; alcolismo e altre dipendenze; gioco d’azzardo; sbilanciamento dei legami familiari. Di fronte a tanta sofferenza, la comunità ecclesiale può apparire, a volte, spaesata e stanca; a volte invece, grazie a Dio, è vivace e profetica, mentre ricerca nuovi modi di annunciare e offrire misericordia soprattutto a fratelli caduti nella disaffezione, nella diffidenza, nella crisi della fede”. Ha detto il Papa incontrando i fedeli. “Vi esorto, pertanto – ha proseguito il Pontefice -, a impegnarvi per la nuova evangelizzazione di questo territorio centro-siculo, a partire proprio dalle sue croci e sofferenze”. Al termine dell’incontro il Santo Padre è partito alla volta di Palermo dove ricorderà il beato don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia 25 anni fa. E proprio a don Puglisi, Francesco ha dedicato un pensiero da Piazza Armerina: “Ho saputo che 25 anni fa appena un mese prima della sua uccisione, egli trascorse alcuni giorni qui a Piazza Armerina. Era venuto qui per incontrare i seminaristi, suoi alunni al Seminario maggiore di Palermo.

Un passaggio profetico, io credo! Una consegna, non solo ai sacerdoti, ma a tutti i fedeli di questa diocesi: per amore di Gesù, servire i fratelli fino alla fine”.   Il sindaco di Piazza Armerina Nino Cammarata dice: ”La città donerà al Pontefice un immobile da destinare al centro di accoglienza della Caritas per i poveri”.   Anche a Piazza Armerina, come a Palermo, sono imponenti le misure di sicurezza con 400 unità delle forze dell’ordine che presidiano i varchi di accesso.

Cosa ne pensi?