Orrore, uccisi due gemellini di 6 mesi, la mamma: “Troppo impegnativi”

La tragedia si è consumata a New York: una madre 23enne, “stanca” dei suoi due gemellini di solo 6 mesi ha deciso di ucciderli. Sottoposta ad interrogatorio si sarebbe giustificata dicendo che erano “troppo impegnativi”.

Il primo tentativo fallito. Prima di compiere il gesto fatale, la mamma mostro ha confessato di aver tentato di mettere del detergente nei biberon dei bambini, ma quelle povere vittime in quel momento non hanno accusato alcun tipo di malore.

Orrore di mamma. La donna, oramai intenzionata ad uccidere i due angioletti, non si è rassegnata e ha portato a termine il suo piano diabolico. Avrebbe immerso i due piccoli nell’acqua bollente, così è morta la femminuccia, il cui corpicino senza vita è stato rinvenuto dentro una busta di plastica sotto ad un lavello; il maschietto invece avrebbe trovato la morte dopo che gli è stato conficcato un coltello in gola ed è stato trovato esanime nella sua culletta.

Ma non è tutto: la polizia ha fatto irruzione in casa dopo essere stata allertata da un parente della ragazza, preoccupato di non aver visto per giorni i bambini. La madre ha confessato l’omicidio dei gemellini e di aver tenuto a casa i cadaveri per quattro giorni.