Nuove regole per viaggiare in treno: treni diventeranno luoghi di contagio?

Dal 31 luglio 2020 Trenitalia e Italo faranno viaggiare i passeggeri senza far rispettare il distanziamento interpersonale. La concretizzazione delle condizioni imposte dal DPCM entrato in vigore lo scorso 14 luglio, ha spinto le compagnie a prendere questa decisione. Altre norme di sicurezza dovranno essere rigorosamente rispettate.

Prima di partire, i viaggiatori riceveranno un’autodichiarazione con cui certificheranno di non essere stati a contatto con persone positive. I passeggeri potranno salire a bordo solo con temperatura inferiore a 37,5 gradi; sul treno avranno l’obbligo di indossare la mascherina e dovranno sostituirla dopo 4 ore.

Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, sostiene che questa è “una scelta del tutto sbagliata” dal momento che i treni potrebbero diventare luoghi di contagio. Tutta la comunità scientifica teme un notevole incremento di casi e la vanificazione degli sforzi fatti sino ad oggi. Ancora una volta gli esperti ci invitano ad essere prudenti.