Nuove minacce di morte per il ministro Luigi Di Maio

“Putin manda qualcuno ad ammazzarlo”, “prelevarlo e spedirlo nei gulag”, “uccidetelo”, “impiccati terrone”: sono solo alcune delle minacce di morte rivolte a Luigi Di Maio riportate in diverse chat Telegram e social.

Proprio ieri sera, Luigi Di Maio, ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, a ‘Che Tempo che fa’ su Rai3 dichiarava: “I fatti di Bucha accelerano tutto, il pacchetto di sanzioni economiche contro la Russia potrebbe arrivare prima di una settimana. Non escludiamo dibattito su import gas dalla Russia”.

Poi ha aggiunto: “Quella in Azerbaigian è la sesta missione in un mese ed è un tassello fondamentale per renderci indipendenti dal gas russo, ci daranno 2,5 miliardi di metri cubi in più. I fatti di Bucha stanno scatenando un’ondata di indignazione che porterà l’UE a nuove sanzioni contro la Russia. L’Italia non mette alcun veto sul quinto pacchetto di sanzioni, a Bucha ci sono 410 civili morti e sono crimini di guerra e aiuteremo la corte penale internazionale a provare che sono crimini di guerra”.

“Purtroppo vedremo altre Bucha, altre atrocità per questo dobbiamo continuare a coltivare i cessate il fuoco localizzati. L’Italia sta gestendo il negoziato di pace insieme ad altri paesi e vuole essere garante della pace”, ha detto ancora il ministro.

Dopo questo intervento, sui social si sono scatenati commenti di varia natura, diverse anche le immagini di bare ed asce con commenti minatori. Tra gli utenti, alcuni avevano la foto del profilo con la Z, ovvero la lettera-simbolo che viene usata dai russi per rivendicare l’invasione in Ucraina.

Il leader del Movimento 5 Stelle,  Giuseppe Conte, ha preso immediatamente posizione: “Il ministro Di Maio è nuovamente oggetto di minacce di morte da parte di fanatici, di folli che si alimentano del clima di odio e orrore che la guerra porta con sé. Non basta però la semplice solidarietà: questi codardi vanno perseguiti e assicurati alla giustizia. Al ministro Di Maio il mio sostegno e quello di tutto il Movimento 5 Stelle: non ci faremo intimidire”

Il collega Pentastellato, Cosimo Adelizzi aggiunge: “Tutta la nostra vicinanza al ministro Di Maio che, fin dal primo momento, ha condannato duramente l’invasione di Putin in Ucraina e sta affrontando la più grande crisi internazionale dalla seconda guerra mondiale a oggi con dedizione totale, correndo senza sosta da una parte all’altra del mondo”.