Mirabella Imbaccari antica

Mirabella Imbaccari antica

La redazione di ‘Prometeo News’ è lieta di iniziare una nuova rubrica dedicata alle vecchie foto su Mirabella Imbaccari e ringraziamo il sig. Pino Zaccaria, grande appassionato di fotografia e video, che ci scrive:

A.S.F.M.I. (ARCHIVIO STORICO FOTOGRAFICO MIRABELLA IMBACCARI) é un gruppo privato su Facebook che ho fondato nel febbraio del 2009 e che amministro assieme a Filippo Cremona e a Peppe Moschella.

L’ Archivio ha lo scopo di raccogliere, catalogare e pubblicare le vecchie fotografie di tutto il novecento dagli album-ricordo e raccolte private che i cittadini mirabellesi ci fanno pervenire in forma cartacea o digitale e che raccontano Mirabella in tutti gli aspetti culturali e sociali (paesaggi, artigianato, mestieri, monumenti, strade, tradizioni, tutte quelle immagini tipiche sulla vita sociale del paese nei vari decenni dello scorso secolo); le foto vengono pubblicate su A.S.F.M.I., sono disponibili per progetti culturali e ogni anno in agosto viene allestita a Mirabella una mostra fotografica a tema curata da Filippo Cremona.

Nel 2019 la mostra fotografica di Mirabella è arrivata alla sesta edizione, quest’anno invece la mostra non avrá luogo causa Coronavirus ma contiamo di continuare dal prossimo anno a raccontare il 900 mirabellese in molti dei suoi aspetti. Abbiamo la speranza di realizzare nel prossimo futuro una mostra fotografica permanente e non solo, perchè c’è l’intenzione di esporre anche reperti e oggetti antichi di ogni genere che hanno caratterizzato gli usi e i costumi della nostra comunità che é stata prevalentemente contadina, dalla sua fondazione nel 1610 fino al XX secolo.

 

Personalmente questo scatto fotografico dei primi anni ’60 è un vero cimelio !

L’immagine nel formato originale é grande quanto un fotogramma di pellicola fotografica 35 mm (poco piú di un francobollo), l’ho salvato appena in tempo dall’eterno oblio. Il proprietario di questa piccola foto, l’amico Orazio Cagno, l’aveva giá buttata nel cestino della spazzatura perché molto piccola, scura e quindi non leggibile ad occhio nudo. Incuriosito l’ho raccolta e scansionata con il massimo della risoluzione che il mio scanner mi permetteva di usare. L’immagine che mi si presentó mi fece letteralmente balzare dalla sedia per la forte emozione, la stessa emozione che può provare un archeologo quando, scavando, trova un importante reperto storico che nessuno si aspettava di ritrovare.

Trattavasi di uno scorcio del paese dove da bambino andavo a giocare con i miei coetanei del quartiere: il Largo Santa Lucia. Al centro vi era un antico bevaio per i muli, che purtroppo alla fine degli anni ’70 fu smantellato per costruire in quel luogo la Piazza Aldo Moro (la Rotonda), al cui centro fu posta una fontana che il noto artista mirabellese Salvatore Cipolla dedicó al padre col nome di ‘Guerra e Pace’.
Ho lavorato un bel pó di tempo per ritoccare e ripristinare la lumunositá, i contrasti e tutta la scala dei grigi che era in origine nel negativo di questo fotogramma.
A mio parere (e credo a parere di molti mirabellesi) sarebbe stato opportuno smontare l’antico bevaio, simbolo per eccellenza della cultura contadina mirabellese, e rimontarlo all’interno della fontana…

Pino Zaccaria

Archivio Storico Fotografico di Mirabella Imbaccari

SEGUICI SU -> Facebook: PrometeoNews

CI TROVI ANCHE SU -> Twitter: @PrometeoNews E SU -> Instagram @prometeonews_it

E SU -> Linkedin Prometeonews

Foto articolo: Immagine di repertorio

Cosa ne pensi?