Lo sai che imprecare e dire parolacce riduce dolore e stress?

Lo sai che quando urti qualcosa o qualcosa va nel verso sbagliato, imprecare o sfogarsi dicendo parolacce ridurrà il dolore e lo stress. Anche se usare un linguaggio colorito e scurrile, spesso viene visto ineducato e attira occhiatacce, ha degli effetti positivi. Secondo uno studio della Keele University, pubblicato sulla rivista NeuroReport, imprecare e dire parolacce ha un effetto analgesico e lenitivo sul dolore. Lo studio condotto dallo psicologo Richard Stephens e i suoi colleghi, chiedeva a 64 studenti dell’ateneo di immergere una mano nell’acqua gelata e tenerla a bagno il più a lungo possibile, ripetendo una parolaccia a loro scelta. Hanno poi ripetuto l’esperimento, con un gruppo di controllo, obbligando i volontari a non imprecare. Dal test è emerso che parolacce e volgarità hanno aiutato a tenere la mano nell’acqua ghiacciata per un periodo più lungo.

Lo sai che secondo lo psicologo, l’effetto analgesico delle parolacce deriverebbe dall’aumento dell’aggressività scatenato dalle imprecazioni. Arrabbiarsi aumenta la frequenza cardiaca, stimola la produzione di adrenalina e innalza la soglia di sopportazione del dolore. Lasciarsi andare a parolacce, improperi e imprecazioni è quindi una risposta sia emotiva che fisica del nostro organismo quando si trova in difficoltà.

Nonostante agli occhi degli altri, risulteremo sgradevoli, quando sbattiamo il mignolo del piede contro il comodino o ci tagliamo un dito con la carta, imprechiamo e sfoghiamoci: dolore e stress subito decimati!

E tu? Lo sapevi? Ti aspettiamo ogni giorno alle 18 con Punti di Mente e ogni venerdì rispondiamo alle vostre domande. Mandate le vostre domande sulla psicologia a primastampaerei@gmail.com

Immagini di repertorio
Fonte articolo: psyched