Lascia la figlia di tre anni a casa per andare in vacanza: muore di fame

Lascia la figlia di tre anni a casa per andare in vacanza: la piccola ha lottato fino alla fine, arrivando addirittura ad ingerire del detersivo

Lascia la figlia di soli tre anni per andare una settimana in vacanza: la piccola muore di fame dopo una settimana di agonia.

La notizia sconcertante arriva dalla Russia. Ora, Maria Plenkina, la mamma mostro, è finita in manette, accusata di omicidio. I terribili fatti, secondo quanto riportato dalla stampa estera, si sono verificati nel febbraio del 2019, ma solo dopo il passare di quasi un anno la donna si è decisa a confessare le proprie colpe.

Prima di partire, la donna avrebbe chiuso l’acqua di casa e lasciato alla bimba solo un po’ di yogurt, del pollo e delle salsicce.

«In preda ai crampi della fame, Kristina aveva lottato fino alla fine per sopravvivere, arrivando addirittura ad ingerire del detersivo in grani. Dopo una settimana di agonia, la piccola morì prima che la madre facesse ritorno a casa».

«Fu la nonna Irina Plenkina a rinvenire il corpo senza vita della nipotina. Ignara di quanto fatto dalla figlia, la 47enne si era recata presso il suo appartamento per una visita, facendo così la drammatica scoperta. La piccola Kristina giaceva completamente nuda a terra, circondata da rifiuti e sporcizia».

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACA – RIMANI AGGIORNATO: Seguici su Google News