INPS cambia regole Bonus, arriva Assegno Unico per le Famiglie: a chi spetta

Dal 1° gennaio 2021, se il Governo riuscirà a stanziare 7 miliardi di euro con la prossima Legge di Bilancio, è possibile che entri in vigore l’assegno universale per i figli. Ma, chi percepisce il Reddito di Cittadinanza potrà ricevere anche quest’altra agevolazione?

I beneficiari dell’assegno universale dovrebbero essere sia i lavoratori che i disoccupati ed è per questo motivo che l’agevolazione dovrebbe essere negata a chi percepisce il Reddito di Cittadinanza. È possibile che l’assegno sia cumulabile, in modo tale da far rimanere invariato l’importo del RdC. Se così non fosse, il valore dell’assegno universale potrebbe ridurre quello del RdC poiché quest’ultimo viene calcolato tenendo conto degli altri redditi percepiti.

Qualora entrasse in vigore la misura in questione, gli assegni familiari e gli ANF, i bonus bebè e i bonus mamme domani cesseranno di essere elargiti.

Per ottenere l’assegno, è necessario che all’interno del nucleo familiare ci sia almeno un figlio a carico: più figli a carico ci sono, più l’importo del bonus sarà elevato. Anche le famiglie con figli disabili avranno diritto ad una somma maggiore.

La situazione economica influirà sull’attribuzione del bonus anche se il reddito massimo (al di sopra del quale i soldi non saranno erogati) non è stato ancora fissato. Rimangono ignote le modalità con cui le quote verranno assegnate.