Incontro Governo-Regioni: ufficiale Italia ZONA ROSSA, anche la Sicilia cambia colore

Abbiamo più volte anticipato ai nostri lettori che la Sicilia non sarebbe rimasta in zona gialla e infatti nonostante gli sforzi dei siciliani e l’indice di contagio tra i più bassi d’Italia, anche l’isola cambia colore.

Dalla riunione tra Governo, Regioni ed enti locali emerge che l’esecutivo intende imporre nuove restrizioni. Premettiamo subito che le nuove misure restrittive anti-Covid all’esame del Governo saranno in vigore dal prossimo lunedì 15 marzo e fino a martedì 6 aprile, in base a un decreto legge apposito.

Addio zona gialla

Dal 15 marzo al 2 aprile, e il 6 aprile, le regioni che hanno dati da zona gialla (e quindi anche la Sicilia) saranno comunque messe in zona arancione; al momento si salva solo la Sardegna perché zona bianca.

Occhio ai contagi

Da lunedì e fino al 6 aprile si va in zona rossa anche se “l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti, sulla base dei dati validati dell’ultimo monitoraggio disponibile”. Cosa significa? Che saranno utilizzati i numeri della settimana precedente – dal lunedì alla domenica – da quella in cui si decide per la zona rossa.

Gli spostamenti

Dal prossimo lunedì al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile, nelle regioni in zona arancione, è consentito, nel territorio comunale, “lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22”. Il limite massimo però è di due persone oltre a quelle conviventi; i minori di 14 anni non si contano, così come i disabili o non autosufficienti conviventi. Ovviamente questi spostamenti sono vietati nelle regioni in zona rossa.

A Pasqua tutti in zona rossa

Il 3, 4 e 5 aprile, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle regioni in zona bianca – e al momento questa eccezione vale solo per la Sardegna – si applicano le regole della zona rossa, però con una deroga alla regola generale dovuta dalla festività: all’interno delle regioni ci si potrà spostare rispettando le regole previste in questi casi per le zone arancioni.