Giornate FAI d’autunno in Sicilia, visite a contributo in luoghi inaccessibili o poco valorizzati in 20 città siciliane per scoprire la nostra Regione attraverso occhi nuovi e prospettive insolite

Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani, che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutta la Regione. Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 20 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI – Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre.

Due giorni per sfidare la capacità di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando cittadini e turisti alla scoperta di 40 luoghi in tutta la Sicilia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi. Saranno tantissimi i giovani del FAI ad accompagnare i visitatori lungo i percorsi tematici espressamente ideati per l’occasione, con l’obiettivo di trasferire il loro entusiasmo nella scoperta di luoghi inediti e straordinari che caratterizzano il nostro panorama. Itinerari a tema, da percorrere per intero o in parte, che vedranno l’apertura di palazzi, chiese, complessi monastici, ville, castelli, aree archeologiche, giardini, Istituti d’arte, ferrovie storiche, riserve naturali, aziende agricole, musei e interi borghi.

Nelle Giornate d’autunno organizzate dal  GRUPPO FAI DI  CALTAGIRONE  si aprono  le porte all’Arte contemporanea. La città nota per i suoi valori storici, archeologici, architettonici ed urbanistici che le hanno valso il riconoscimento UNESCO di Patrimonio Mondiale dell’Umanità, dimostra di  mantenere viva anche l’attenzione per il mondo e la società attuale, vantando importanti realtà nell’arte contemporanea.

Per questo si vuole proporre come tema per le “Giornate d’Autunno”, l’Arte contemporanea rappresentata in due prestigiose Istituzioni: il Liceo Artistico nato  circa cent’anni addietro con la denominazione di “Istituto Statale d’Arte Luigi Sturzo” e il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea  (MACC)  situato in un edificio del centro storico a suo tempo adibito a “Ospedale delle Donne”.

Il FAI a Caltagirone offrirà dunque l’inconsueta possibilità di visitare  accompagnati  dagli Apprendisti  Ciceroni del Liceo Artistico e Turistico Secusio, con le sue molteplici risorse educative e didattiche,  le straordinarie raccolte di opere in ceramica realizzate a partire dagli anni ’50 del secolo scorso. Dapprima verrà illustrato il complesso di cui l’Istituto fa parte, cioè il Monastero Benedettino femminile di San Gregorio, fondato nel XVI secolo, seguirà la visita dell’Istituto in cui saranno inseriti:   la pregevole biblioteca che ospita al suo interno un ampio repertorio di opere letterarie, storiche e artistiche; le esposizioni di manufatti in ceramica realizzati dai docenti e dagli allievi della Scuola a fini didattici, dal dopo guerra ad oggi; lo spazio espositivo denominato  MECC (Museo delle Espressioni Ceramiche Contemporanee) che ospita capolavori di Maestri ceramisti; gli antichi forni di cottura tradizionale della ceramica, lì ricostruiti.

Saranno ancora gli Apprendisti Ciceroni a far conoscere  ai visitatori all’interno del Museo d’Arte Contemporanea di Caltagirone (MACC), con le sue affascinanti collezioni d’arte contemporanea provenienti da note Rassegne Nazionali, da donazioni private come la ricca e raffinata Collezione Sylvia Franchi, con opere di Balla, Savelli, Turcato, Ceroli, Schifano e la rara sezione d’Arte Visiva. Una particolare menzione va fatta della parte del Museo dedicata all’Art Brut/Outsider Art, unica Istituzione pubblica in Italia a testimoniare sullo stesso piano, l’arte ufficiale “insider” e le emozionanti ed originali opere di artisti, isolati, fuori da ogni regola dettata dal mercato e dalle Accademie.

Il focus proiettato su queste Istituzioni vuole anche richiamare l’attenzione delle Autorità su realtà prestigiose ma che attualmente soffrono per la crisi economica e culturale odierna.

I siti potranno essere visitati dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00.

SOLO PER GLI ISCRITTI FAI e per coloro che si iscriveranno, il Dott. Amoroso, già Direttore dei Musei Civici e Storico dell’Arte, dalle ore 10,30 alle ore 11,30 e dalle ore 17,30 alle ore 18,30, presso l’Ospedale delle donne converserà e guiderà alle varie sezioni del Museo illustrandone le peculiarità.

Ogni visita prevede un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Durante le Giornate FAI d’Autunno in via eccezionale anche i Beni FAI saranno accessibili a contributo facoltativo. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre.

Grazie a Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, Istituzioni Pubbliche e Private, ai privati cittadini e a tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 7 Delegazioni, 4 Gruppi FAI, 5 Gruppi FAI Giovani della Sicilia. Nati otto anni fa, i gruppi di giovani volontari del FAI sono diffusi in tutta Italia: le Giornate FAI d’Autunno sono la loro festa, l’occasione per mettere in pratica il loro generoso contributo a favore della missione del FAI con originalità e grande energia. Ad affiancarli, nell’accogliere e accompagnare i visitatori, ci saranno gli Apprendisti Ciceroni, studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio.

Mail :caltagirone@gruppofai.fondoambiente.it

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399

IMPORTANTE: Verificare sul sito quali sono i luoghi aperti dal FAI, gli aggiornamenti su modifiche di orari, eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse e la possibile chiusura anticipata delle code in caso di grande affluenza di pubblico.

Cosa ne pensi?