Giornata della Memoria, una ferita indelebile: manifestazioni in tutta Italia

Giornata della Memoria, una ferita indelebile: manifestazioni in tutta Italia. Dal Quirinale al Vaticano tantissimi i ricordi.

Giornata della Memoria. Oggi 27 gennaio si ricorda il drammatico giorno in cui le truppe sovietiche entrarono ad Auschwitz e fecero conoscere al mondo intero l’orrore compiuto dal regime nazista. In quella data e precisamente il 27 gennaio del 1945, furono tratti in salvo alcune poche decine di superstiti, il resto erano purtroppo cadaveri.

Il ricordo di quei momenti devono essere un memoriale della nostra vita, affinchè non si possa più ripetere fatti di così tanta crudeltà.

Tante sono le manifestazioni in tutta Italia, dal Quirinale, dove il Presidente Mattarella, insieme agli organi di Governo terranno delle celebrazioni solenni e premieranno alcune scuole per l’impegno a ricordare questa triste giornata.

Anche il Vaticano, con il Santo Padre ha voluto dare testimonianza del grande dolore provocato:“Ricordare è una espressione di umanità, ricordare è segno di civiltà, ricordare è condizione per un futuro migliore di pace e di fraternità, ricordare è anche stare attenti perché queste cose possono succedere un’altra volta, incominciando dalle proposte ideologiche che vogliono salvare un popolo e finendo a distruggere un popolo e l’umanità”.

In queste ore ci sono celebrazioni in tutte le parti della penisola, perchè solo attraverso il ricordo possiamo allontanare lo spauracchio di un nuovo avvenimento come quello accaduto decenni fa.

La redazione tutta si stringe al ricordo di questa giornata.

METTI MI PIACE alla pagina Facebook di Prometeo News

SEGUICI

SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews.it

RIMANI AGGIORNATO

Foto articolo: immagine di Unsplash

Cosa ne pensi?