Draghi congela tutti i Bonus, rischio cancellazione, nel mirino anche Cashback

Il premier Mario Draghi inizia a farsi conoscere e lo fa con i primi interventi, quello più rumoroso al momento riguarda il congelamento della “pioggia di bonus”, per usare le sue parole, fino a nuovo ordine del suo esecutivo.

Secondo il neo presidente del Consiglio dei Ministri i nuovi non riescono a tamponare la pesante pressione fiscale che grava sulle spalle dei lavoratori italiani ed anzi risultano essere un ulteriore spreco di soldi pubblici.

Draghi ha annunciato così la necessità di una riforma fiscale, che intervenga sull’IRPEF ed elimini la gran parte dei bonus, altri invece saranno accorpati in modo tale da semplificare il sistema fiscale. Nel mirino dell’ex numero uno del Bce è finito anche il Cashback, o meglio il Super Cashback che, così per come impostato, avrebbe aumentato il numero di microtransazioni, a questo punto scorrette, proprio per scalare la speciale classifica dei 100.000 beneficiari del premio di 1.500 euro.