Diciassettenne in coma dopo tuffo a mare: frattura cervicale, rischia la vita

Sono gravi le condizioni di un giovane diciassettenne, ricoverato nel reparto di Prima Rianimazione dell’ospedale Villa Sofia di Palermo C.L.. Ieri era rimasto ferito dopo aver battuto violentemente la testa a seguito di un tuffo a mare, a Mondello, nel Palermitano.

Il giovane è stato sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia per una frattura cervicale, e adesso si trova in coma farmacologico in attesa di vedere come reagirà all’operazione. Le sue condizioni sono stabili ma preoccupanti e i medici hanno deciso di mantenere riservata la prognosi sulla vita.

Non è ancora chiara la dinamica di quanto accaduto, ma secondo una prima e sommaria ricostruzione, il ragazzo avrebbe deciso di spostarsi nella zona solarium del vecchio stabilimento usando la scala in metallo, lì avrebbe scavalcato la ringhiera e poi si sarebbe tuffato sbattendo la testa, provocandosi una frattura alla colonna vertebrale. Sull’episodio indaga la polizia.