Dal Ponte Sant’Angelo a Roma, Melissa Petitto live per “Suonare Unniedderè Project”: basta violenza sulle donne

Nuova tappa del progetto “Suonare Unniedderè Project” di Flaviano Pennisi. Il tema trattato questa volta è uno dei più spinosi e purtroppo molto attuale, ovvero quella della violenza sulle donne.

L’ospite speciale è Melissa Petitto che, nonostante gli impegni con la Rai nel programma “I Fatti Vostri” come voce, basso e contrabbasso, ha risposto presente mettendoci la faccia, anzi la voce, in una splendida esibizione live in cui canta una versione struggente del celebre brano di Mina “Mi sei scoppiato dentro il cuore”, brano scelto dal fratello di Flaviano, Michele Pennisi.

Flaviano Pennisi: “Voi lo sapete che in questi 5 anni, da quando ho ideato questo progetto, mi sono sempre battuto per gli artisti, l’arte e per il sociale. Ho diffuso musica ovunque e ho fatto scoprire e rivalorizzare alcuni dei luoghi più belli del nostro Paese. In qualità di artista sono molto sensibile al tema della violenza sulle donne ed è per questo che ho scelto Melissa per questa nuova tappa del progetto. A questa speciale tappa ne seguiranno altre che vedranno tantissime donne e splendide artiste esibirsi.
L’intento è quello di dar voce alle donne e dire basta tutti insieme alla violenza di genere. Stop al femminicidio, stop alla violenza sulle donne! È ora di dire basta ed io, come spesso ho fatto nella mia vita, in qualità di artista ci metto la faccia e vi prometto che darò spazio, come ho già detto, alle donne perché dobbiamo essere in primis noi uomini a dire no a questa terribile situazione che è inaccettabile.
Per questa nuova tappa ho scelto il magnifico Ponte Sant’Angelo, ponte che collega Castel Sant’Angelo al Lungotevere Vaticano. Alle spalle il cupolone della Basilica di San Pietro ed il Lungotevere illuminato dai meravigliosi colori del tramonto romano. Seguitemi come avete fatto in questi lunghi 5 anni, condividete e dite anche voi ‘no alla violenza sulle donne'”.

Melissa Petitto: “Sono onorata di aver preso parte ed essere stata ospite di questa bellissima iniziativa che ha come intento quello di sensibilizzare e lanciare un chiaro messaggio contro la violenza sulle donne ed è per questo che a questa tappa ne seguiranno altre che vedranno tantissime donne e splendide artiste esibirsi.
Si avvicina la festa della donna e si consumano ancora oggi troppi femminicidi e violenze e noi donne dobbiamo fare sentire la nostra voce ed è per questo che io, in qualità di artista, lo faccio cantando. Condividete, seguite e cliccate like alla pagina Facebook del Suonare Unniedderè Project. Facciamoci sentire!”.