CRONACA MESSINA – Esplosione in deposito: i morti sono saliti a cinque

CRONACA MESSINA – Esplosione in deposito: cinque morti a Barcellona Pozzo di Gotto, in un’area di proprietà della ditta “Costa Vito e figli”

AGGIORNAMENTO: Riportiamo quanto diffuso dai colleghi di strettoweb.com: «L’esplosione del deposito di fuochi d’artificio a Barcellona Pozzo di Gotto ha provocato 5 morti: tra le vittime Venera Mazzeo, 71 anni, moglie del titolare della storica ditta, Vito Costa e, a quanto si apprende, alcuni degli operai della ditta esterna che stava eseguendo dei lavori».

CRONACA MESSINA. Cinque le persone morte nell’esplosione di un deposito di una fabbrica di giochi d’artificio a Barcellona Pozzo di Gotto. L’esplosione e’ avvenuta alle 16:45 in un’area di proprietà della ditta ‘Costa Vito e figli’, che produce giochi pirotecnici di prima, seconda e terza categoria.

Sul posto squadre dei vigili del fuoco provenienti da diversi centri della provincia. Essi hanno recuperato in vita uno dei due operai che risultavano dispersi nell’esplosione del deposito e si aggiunge ai due feriti recuperati in precedenza. Proseguono le ricerche dell’ultimo disperso, ma il bilancio ufficiale al momento è di tre morti. Tra le vittime anche la moglie del titolare.

Il sindaco: “Siamo rammaricati, e’ una tragedia enorme per la nostra comunita’, sono persone che conoscevo e grandi lavoratori“. “La famiglia Costa ha diverse volte ha partecipato alla vita cittadina organizzando feste con fuochi d’artificio per il Comune o per le parrocchie. La loro era una fabbrica molto conosciuta in citta’. Gli inquirenti stanno indagando, e forze dell’ordine e i vigili del fuoco stanno cercando di capire bene chi sono e quante sono le vittime, ancora ci sono notizie molto frammentarie”.

Foto articolo immagine di repertorio

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACA – RIMANI AGGIORNATO: Seguici su Google News