Crisi di Governo, 14 Senatori per il Conte-Ter: ecco gli scenari possibili

Crisi di Governo, 14 Senatori per il Conte-Ter: ecco gli scenari possibili. Ecco le ultime sulla crisi di governo italiana.

Crisi di Governo. Come analizzato dai nostri colleghi di Ansa.it, lo scenario al Senato per vedere un Conte ter è alquanto difficile; sempre più probabile le dimissioni delle Ministre di Italia Viva. E il numero magico per far restare in carica questo governo è il 14. 14 Senatori a sostegno della maggioranza.

In breve:  al Senato si deve tener conto prima di tutto dei 315 parlamentari eletti, e non dei complessivi 321, tra i quali ci sono 6 senatori a vita. E’ dunque questa quota che il premier Conte potrebbe mirare a raggiungere anche se c’è, oltre alla questione numerica, anche un problema politico, visto che il Regolamento del Senato pone dei vincoli alla formazione di nuovi gruppi.

Attualmente Conte gode del sostegno di M5s (92 senatori), Pd (35), Leu (5), Autonomie (6), altri 9 senatori del gruppo Misto (Buccarella, Cario, De Bonis, Di Marzio, Fantetti, Fattori, Lonardo, Merlo, Ruotolo) e Italia Viva (18). In totale dunque di 165 voti, che crollerebbero a 147 in caso di passo indietro di Iv. Dal pallottoliere mancherebbero 11 voti, gli ipotetici futuri Responsabili, qualora Renzi si sfilasse definitivamente, per giungere a quota 158.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

SEGUICI SU

SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews.it

Foto articolo: Immagine di focusjunior

Cosa ne pensi?

Crisi di Governo, 14 Senatori per il Conte-Ter: ecco gli scenari possibili

Crisi di Governo, 14 Senatori per il Conte-Ter: ecco gli scenari possibili. Ecco le ultime sulla crisi di governo italiana.

Crisi di Governo. Come analizzato dai nostri colleghi di Ansa.it, lo scenario al Senato per vedere un Conte ter è alquanto difficile; sempre più probabile le dimissioni delle Ministre di Italia Viva. E il numero magico per far restare in carica questo governo è il 14. 14 Senatori a sostegno della maggioranza.

In breve:  al Senato si deve tener conto prima di tutto dei 315 parlamentari eletti, e non dei complessivi 321, tra i quali ci sono 6 senatori a vita. E’ dunque questa quota che il premier Conte potrebbe mirare a raggiungere anche se c’è, oltre alla questione numerica, anche un problema politico, visto che il Regolamento del Senato pone dei vincoli alla formazione di nuovi gruppi.

Attualmente Conte gode del sostegno di M5s (92 senatori), Pd (35), Leu (5), Autonomie (6), altri 9 senatori del gruppo Misto (Buccarella, Cario, De Bonis, Di Marzio, Fantetti, Fattori, Lonardo, Merlo, Ruotolo) e Italia Viva (18). In totale dunque di 165 voti, che crollerebbero a 147 in caso di passo indietro di Iv. Dal pallottoliere mancherebbero 11 voti, gli ipotetici futuri Responsabili, qualora Renzi si sfilasse definitivamente, per giungere a quota 158.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

SEGUICI SU

SU -> Twitter: @PrometeoNews  

E SU  -> Instagram @prometeonews_it

E SU  -> Linkedin Prometeonews.it

Foto articolo: Immagine di focusjunior

Cosa ne pensi?