Coronavirus in Sicilia, chiuso Pronto Soccorso: 7 contagiati

AGGIORNAMENTO 19 giugno, ore 16.58 – I sette presunti casi, riconducibili ai pazienti arrivati al Pronto Soccorso nella giornata di ieri, sono stati smentiti. Inoltre, il direttore ha precisato che giornalmente vengono effettuate le operazioni di sanificazione necessarie e richieste dai protocolli.

Certamente non c’è da creare alcun allarmismo, non nell’attuale stato di cose all’ospedale Papardo di Messina dove, tra il pomeriggio e la serata di ieri, sette persone, giunte separatamente e senza presentare alcuna sintomatologia riconducibile al virus, sono risultate positive al contagio da Covid-19.

Si è reso dunque necessaria la chiusura del Pronto Soccorso “per motividi di prudenza e cautela”, ha spiegato il direttore sanitario Giuseppe Ranieri Trimarchi.

Come riportato dai colleghe della Gazzetta del Sud, “alcuni si erano presentati per un ricovero programmato, altri per controlli legati a ragioni sanitarie autonome. Secondo la procedura, tutti sono stati sottoposti a tampone, il cosiddetto test rapido, e tutti sono risultati positivi al Covid, anche alla ripetizione del controllo”.

I 7 pazienti oggi sono stati sottoposti ad un terzo tampone con metodologia “classica”, che richiede qualche ora in più di tempo per conoscerne l’esito ma la situazione, al momento, non crea alcuna preoccupazione tra i vertici sanitari del Papardo.

ottica spazio sole
bar iudica e trieste
negozio intimo in
ottica dieci decimi
assicurazione allianz