Concorsi pubblici, assunzioni Pubblica Amministrazione per 11.000 posti

Dopo il lockdown assunzioni nella Pubblica Amministrazione per oltre 11.000 posti. Concorsi pubblici, nuovo bando gestito da RIPAM. Si tratta di 2.133 posti nelle amministrazioni pubbliche, ma le assunzioni nel pubblico impiego non si arrestano a questa selezione.

Secondo Il Sole 24 Ore, infatti, arriveranno per le assunzioni nella Pubblica Amministrazione bandi per un totale di oltre 11.000 posti. I concorsi subiranno delle modifiche rispetto al passato a causa dell’emergenza sanitaria che il Paese sta attraversando e che potrebbe avere la sua seconda ondata in autunno.

Le prove scritte dei prossimi concorsi, come quello precedentemente citato per 2.133 amministrativi, saranno svolte al computer e in sedi decentrate. Per quanto riguarda quelle orali si svolgeranno in videoconferenza per evitare assembramenti, come accadeva prima della crisi sanitaria.

Arriva una buona notizia, dunque, dal’Amministrazione Pubblica che è pronta ad assumere, specialmente per chi durante la pandemia ha perso il lavoro ed è in cerca di un ricollocamento. Secondo l’Istat, infatti, solo nel mese di maggio c’è stata una crescita del 19% per le persone in cerca di occupazione. Si tratterebbe di 307mila persone in più rispetto ai dati precedenti.

I ministeri, dall’Interno al MEF passando per il MIBACT, sono, però, già pronti ad accogliere i nuovi dipendenti, i quali verranno scelti tramite un maxi concorso per 2.133 posti in scadenza il 14 luglio.

Ci saranno altri concorsi oltre a quello già citato. Infatti, dopo anni di blocco nel rinnovo del personale, l’Amministrazione Pubblica ha bisogno di nuove assunzioni, anche perché Quota 100 ha incrementato i pensionamenti, tanto che nei prossimi tre anni circa mezzo milione di dipendenti della PA saranno in quiescenza.

Una nuova selezione è imminente presso l’Agenzia delle Entrate per un totale di 2.600 assunzioni ( 300 dirigenti e 2400 unità di personale non dirigenziale). L’Agenzia delle Entrate ha, però. comunicato che non si tratterà di un unico bando di concorso. Infatti, si parla di almeno cinque bandi tra il 2020 e il 2022.

Presso il Ministero dei Beni Culturali sono, invece, previste 3.000 nuove assunzioni, 250 delle quali sono già state bandite e rientrano nel maxi concorso per 2.133 amministrativi). È, invece, in programma nei prossimi mesi il bando per 841 profili specialistici, 100 unità da impiegare nei servizi essenziali di assistenza al pubblico e accoglienza, 334 assistenti amministrativi gestionali e 20 dirigenti amministrativi.

Anche il Ministero della Giustizia effettuerà 2.700 nuove assunzioni tramite il bando per cancellieri esperti, per il quale i requisiti sono stati modificati dal Decreto Rilancio.

Il bando INPS dovrebbe essere ufficializzato verso la fine dell’estate. Si tratta di 2.000 posizioni aperte e sembrerebbe annunciarsi come uno dei concorsi pubblici più attesi dei prossimi mesi.

Anche Regioni e Comuni hanno annunciato nuove assunzioni. Per esempio, il Comune della Capitale assumerà 1.512 dipendenti tramite concorso, tra i quali 100 funzionari amministrativi e 500 istruttori della Polizia Locale. Le Regioni sono pronte ad accogliere nuovo personale amministrativo, ad esempio, per il progetto di potenziamento dei Centri per l’Impiego, che verrà ultimato nei prossimi mesi.

Se consideriamo anche il reclutamento di 33.000 nuovi docenti per posti comuni e di sostegno nella secondaria di I e II grado, il numero delle assunzioni potrebbe di gran lunga superare le 11.000 unità.

negozio intimo in
ottica dieci decimi
ottica spazio sole
assicurazione allianz
bar iudica e trieste