Chiara muore a soli 4 anni, miocardite scambiata per influenza: pediatra accusato di omicidio

Un dramma quello che coinvolse Chiara Mirto, morta a soli 4 anni per una miocardite acuta non diagnosticata. La bambina abitava in provincia di Caserta precisamente a Macerata Campania con i genitori e una sorellina.

Il fatto risale al 2015 e la famiglia riferì che il pediatra dichiarò che Chiara era affetta da una normale forma influenzale, ma dopo pochi giorni con febbre altissima, fu portata al Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale Civile di Caserta. Il medico come riferiscono i legali avrebbe scambiato la malattia al cuore per un’influenza banale.

Il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Giovanni Caparco, ha rinviato a giudizio il pediatra Eugenio De Felice. Il pm invece aveva richiesto per due volte l’archiviazione per il medico. La bambina come poi riferito dal consulente del pm il dottor Luca Lepore morì per un’improvvisa e fulminante miocardite cardiaca.

Il dottor De Felice, come riferisce Cronaca di Napoli, è accusato di omicidio colposo, per l’accusa, il medico non visitò accuratamente la bambina, incorrendo in un errore diagnostico dovuto ad imprudenza e superficialità. L’udienza è stata aggiornata al 3 ottobre prossimo per sentire i nonni che accompagnarono Chiara dal pediatra.

Cosa ne pensi?