Catania, sequestrate tre storiche scuderie dalla Polizia

Tre note e storiche scuderie sono state sequestrate dal personale del Commissariato di Librino, con il provvedimento chiesto dalla Procura al Gip di Catania.

Le scuderie sono quelle di “Iannuzzo”, “Teste i lignu” e “Facci i Cani”. La polizia è riuscita a risalire agli organizzatori delle corse clandestine tenute a Camporotondo Etneo grazie a dei filmati postati in diretta su Tik Tok da alcuni spettatori. Dai video si evincerebbero
gare non autorizzate di cavalli con due fantini e calesse, con tanto di pubblico, nonostante i divieti imposti dalle norme anti-Covid 19, e scommesse clandestine di ingenti somme di denaro. Ai molti partecipanti sono state elevate numerose sanzioni, e sequestrati i veicoli per guida senza patente o privi di assicurazione, e ad altri per mancanza di casco.

Il sequestro ha riguardato anche un cane con le orecchie mutilate, 39 calessi, molteplici box, 10 cavalli trovati in pessime condizioni, e medicinali prive di prescrizione veterinarie.

Gli animali sono stati trasferiti dalla agenti della squadra a cavallo nei luoghi dove sono stati affidati per garantire il loro benessere. Grillo Sebastiano, Privitera Giovanni, Di Mauro Giovanni, Di Mauro Gregorio, Celeste Michele, Celeste Carmelo, cinque dei quali annoverano precedenti specifici in materia di maltrattamenti animali, sono stati indagati in stato di libertà per i reati previsti dagli articoli 110 e 544 quinques commi 1 e 3 c.p., che punisce con la punisce con la reclusione da 1 a 3 anni e con la multa da 50 mila euro a 160 mila euro chiunque promuove, organizza o dirige combattimenti o competizioni non autorizzate tra animali che possono metterne in pericolo
l’integrità fisica; inoltre, il Celeste Carmelo anche per il reato di furto di energia elettrica presso la stalla.