Catania, blitz della polizia: tre arresti per furto

Nel primo pomeriggio di ieri, agenti delle Volanti hanno arrestato KEITA Lamine  classe 96, di nazionalità Maliana, per i reati di rapina aggravata in concorso e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Intorno alle ore 13:35, personale delle Volanti a seguito di una segnalazione  di rapina ad opera di cittadini extracomunitari, si è recato  in via Di Prima.

Sul posto, hanno preso contatto con la vittima, un uomo di nazionalità Nigeriana che,  ha riferito  agli agenti di essere stato aggredito e rapinato, della somma di 60 euro, da sei giovani, anch’essi extracomunitari.

La vittima, che prima di essere stato derubato era stato colpito e minacciato da uno dei malfattori con una bottiglia, ha detto ai poliziotti che, gli aggressori stazionavano ancora a poca distanza da lui, e fra questi,  ne ha specificato uno in particolare, cioè quello che lo aveva minacciato.

I delinquenti alla vista dei poliziotti si sono dati a precipitosa fuga, imboccando diverse direzioni per far perdere le loro tracce.

Gli Agenti sono riusciti comunque a bloccare in via Pistone  il giovane che la vittima aveva indicato come il principale aggressore e, nel corso della perquisizione personale effettuata sul posto, sono stati rinvenuti tre involucri contenenti hascisch,, per un peso lordo complessivo  di 11 grammi che sono stati debitamente sequestrati.

Il malfattore, è stato condotto in Questura e su disposizione del P.M. di turno condotto presso la Casa Circondariale di piazza Lanza in attesa del rito di convalida da parte del GIP.

 

****

 

Nella serata di ieri, la Polizia di Stato ha  denunciato in stato di libertà, G. C. classe 1974  e G. V. classe 1986 per il reato di furto aggravato in concorso.

Nello specifico, intorno alle ore 19.05 personale delle Volanti a seguito di segnalazione  di furto si è recato in via Transito poiché il proprietario di un bazar sito nei pressi di Piazza Duomo aveva inseguito a piedi un uomo e una donna che avevano sottratto dal suo negozio un oggetto in ceramica.

Sul posto la Volante ha subito notato il proprietario del bazar ancora intento ad inseguire i due malfattori, i quali sono stati subito bloccati dai poliziotti della  Volante.  Nella circostanza il proprietario del negozio ha riconosciuto la donna come l’autrice di un altro furto di oggetto in ceramica asportatogli dal negozio in data 2.08.2018.

La perquisizione effettuata sull’uomo ha dato esito negativo mentre nella borsa della donna è stato rinvenuto l’oggetto di ceramica, un vaso raffigurante un gatto, rubato nel negozio citato nonchè alcuni oggetti della linea THUN che la donna ha ammesso di aver rubato poco prima nel negozio THUN

Inoltre, la donna risultava in atto sottoposta alla misura degli arresti domiciliari.

Per tali motivi, su disposizione del P.M. di turno i due soggetti sono stati denunciati a piede libero

 

expert banner 7 marzo
negozio intimo in

Cosa ne pensi?