Catania, arrestato 46 enne per la violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato ha arrestato SICARI Sebastiano, classe 1972, per la violazione degli obblighi inerenti alla Sorveglianza Speciale.

Intorno alle ore 11,30, una pattuglia del Compartimento Polizia Stradale, in transito  in questa  via Archimede, ha notato i movimenti sospetti di un uomo, il quale, appoggiato al bancone  di un negozio di riparazione telefoni, con un cellulare in mano, era intento a confabulare con il dipendente del negozio.

I poliziotti, insospettiti dall’atteggiamento diffidente dell’uomo, intento a nascondere il cellulare che teneva in mano, come se non volesse mostrarlo a chi si trovava nelle vicinanze, hanno deciso di sottoporlo a un controllo.

L’uomo è stato identificato per SICARI Sebastiano, sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Aci Catena, inoltre, dagli accertamenti esperiti sul cellulare che il SICARI custodiva con tanto riserbo, è emerso che l’apparecchio  era stato sottoposto alla procedura di hard reset, procedura che consente la cancellazione di tutti i dati: circostanza che ha fatto crescere ancor più  i sospetti sulla provenienza furtiva dell’oggetto.

In considerazione dei fatti su esposti e, attesa la violazione degli obblighi di permanenza all’interno del comune di residenza senza un giustificato motivo, l’uomo è stato arrestato.

Nei confronti del Sicari, Il P.M. di turno ha disposto la traduzione presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo.

Inoltre a carico del Sicari continuano le indagini finalizzate alla verifica dell’eventuale provenienza furtiva del telefono cellulare che, se confermata, potrà dare luogo alla restituzione in favore del legittimo proprietario.

 

negozio intimo in
expert banner 7 marzo

Cosa ne pensi?